Nostro servizio - Niente divertimento per chi passa l’estate a casa? Non è detto, soprattutto se si è" /> I bambini nei campi solari? Da 20 a 40 euro settimanali, se in periferia o in Centro




    21/07/2010 :: 17:17:32

    I bambini nei campi solari? Da 20 a 40 euro settimanali, se in periferia o in Centro




    Nostro servizio - Niente divertimento per chi passa l’estate a casa? Non è detto, soprattutto se si è bambini. A loro disposizione, infatti, tanti campi solari che, tra attività ludico-ricreative, sportive e scolastiche offrono ai più piccoli una vera “vacanza in città”. In soccorso delle famiglie disagiate, impossibilitate a pagare le non indifferenti rette, accorrono i Centri di Socializzazione che, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Benevento, erogano gratuitamente il servizio.

    Sempre di più sono i nuclei che, per motivi economici, sono costretti a rinunciare alle vacanze. Ne consegue che, terminato l’anno scolastico, un numero sempre maggiore di bambini si riversi nei centri estivi, operativi da giugno a settembre. Tante le attività proposte in relazione alle diverse fasce d’età tra cui tornei sportivi, lezioni d’inglese, escursioni e laboratori creativi. Il costo non è indifferente e, come risultato da una panoramica dei campi solari di Benevento, varia fortemente di zona in zona. La quota settimanale, infatti, oscilla da un minimo di 20 euro nelle zone periferiche fino a un massimo di 40 in quelle centrali. A soccorso delle famiglie impossibilitate a far fronte a tali spese sono operativi i Centri di Socializzazione che, gratuitamente, accolgono bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, purché residenti nel Comune di Benevento.

    Tali strutture, operative tutto l’anno con attività di doposcuola, in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Benevento vengono potenziate nel periodo estivo per offrire un maggiore sostegno alle famiglie nei mesi di chiusura delle scuole. A Benevento sono quattro le sedi che, dislocate in diverse zone della città, garantiscono il servizio: in via Grimoaldo Re il centro “Lucignolo”; in via S. Pellico “Il Gatto e la Volpe”; in via Ciletti “Il Grillo Parlante”; in via Ricci il centro “Pinocchio”. Ogni struttura è operativa dal lunedì al venerdì 8.30 alle 13.30. L’accesso ai centri è totalmente gratuito e i genitori devono soltanto segnalare la presenza dei propri figli attraverso un’iscrizione. Anche la copertura assicurativa è a carico della cooperativa che gestisce il servizio. Tra le offerte sono previste escursioni a sfondo naturalistico- didattico che si svolgeranno presso il Centro Cinofilo del Taburno e presso il Centro Ippico di contrada Cancelleria. Nel corso dell’estate verrà anche organizzato un giro turistico nella città di Benevento a bordo del “trenino dell’arte”.

    A partire dallo scorso anno, inoltre, una volta a settimana i bambini vengono accompagnati in piscina attraverso un servizio navetta. “Il progetto, attivo ormai da diversi anni, è cresciuto sempre di più diventando uno strumento concreto a sostegno delle famiglie - ha commentato un’operatrice de il ‘Il Gatto e la Volpe’ -. Ci auguriamo ora di migliorare, potenziando, i servizi di assistenza ai bambini con disabilità”. Come accade per la maggior parte dei campi estivi a pagamento anche i Centri di Socializzazione sono, per ragioni organizzative ed economiche, a numero chiuso. Ogni struttura, infatti, è gestita da soli tre operatori e accoglie una media di oltre trenta minori. A fronte delle tante richieste è auspicabile, quindi, che in un futuro il servizio continui a crescere qualitativamente e quantitativamente per garantire una copertura sempre maggiore.
    Marcella Parziale

    Ultima modifica 21/07/2010 alle ore 20:4

    Tutti gli articoli di »



    ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo stampa segnala ad un amico commenta commenti presenti Condividi

    Segui ilQuaderno.it sui social network




      Notizie correlate