"Un giorno a Napoli con San Gennaro", a Benevento la presentazione del libro di Ponticello

11:10:8 1163 stampa questo articolo
Maurizio PonticelloMaurizio Ponticello

L’associazione culturale Culture e Letture organizza la presentazione del libro “Un giorno a Napoli con San Gennaro” (Newton Compton Editori) di Maurizio Ponticello.

Giovedì 23 marzo alle 17.00, presso la Sala consiliare della Provincia alla Rocca dei Rettori verrà presentato l'ultima opera dello scrittore Maurizio Ponticello. All’incontro moderato da Elide Apice e intitolato “Un giorno a Benevento con San Gennaro”, parteciperanno oltre l’autore, il sindaco di Benevento Clemente Mastella, Annalisa Angelone e Caterina Lerro.

Un giorno a Napoli con San Gennaro
I misteri e le storie inedite, le luci e le ombre del santo dei miracoli tra fede, esoterismo e scienza
Chiamatelo pure come credete, tanto nessuno dei soprannomi assegnati a san Gennaro (’O Guappone, faccia ’ngialluta, l’Avvocato…) riesce a esprimere totalmente la sua storia – bistrattata, perfino dalla Chiesa – e il percorso politico-religioso che l’ha imposto sul trono della città di Napoli. Ai suoi piedi si è accumulato un patrimonio più ricco del tesoro della regina d’Inghilterra e degli zar di Russia; conta 25 milioni di devoti, eppure i fedeli lo hanno più volte accusato di tradimento e destituito con un colpo di spugna. Braccato dalla scienza, indagato dagli occultisti e osannato dai credenti, tirato per la mitra da Benevento e dalla Calabria che lo reclamano, san Gennaro è sempre nell’occhio di un ciclone, proprio com’è il luogo di culto del martire: di esclusiva proprietà della cittadinanza, benché all’interno della cattedrale partenopea. Ma, chi era realmente san Gennaro? E come mai del prodigio del sangue non c’è traccia fino a oltre mille anni dopo il martirio? Un viaggio contromano nell’universo del vescovo decollato che non piace al Vaticano al punto da retrocederlo. Un’incursione a trecentosessanta gradi tra i “vincoli carnali” che congiungono il campione di Napoli al suo popolo, e tra gli arcani che fanno di Januarius l’ultima divinità pagana della città.

Maurizio Ponticello vive e lavora a Napoli. Scrittore e giornalista, è stato il direttore del magazine di cultura e attualità Nike e del mensile di ecologia della mente Oikos; corrispondente freelance di testate nazionali radiofoniche e televisive nonché redattore di Napoli Oggi, de Il Giornale di Napoli e per alcuni anni cronista de Il Mattino.

Ha ideato e fondato il premio di grafica e illustrazione Imago (da quasi venti anni in collaborazione con Napoli Comicon).
È vicepresidente di Napolinoir e, insieme alla scrittrice Diana Lama e a Caterina Lerro, è promotore del Premio ParoleinGiallo – il primo e unico concorso letterario di scrittura creativa "gialla" per studenti di ogni ordine e grado – per il quale ha curato le raccolte antologiche Delitti peccaminosi (2010), Muse assassine (2011), Aggiungi un morto a tavola (2012) e Sangue sulle antiche pietre (2013).
Dal 2010, con la scrittrice Simonetta Santamaria ha curato la rassegna letteraria INpastallautore - Autori che degustano lettori, lettori che degustano Autori.

Tra le varie attività, per gli eventi ufficiali del Bicentenario di Charles Dickens gestiti da Celebrating the 200th birthday of Charles Dickens, è stato conferenziere sul tema: Maurizio Ponticello incontra i fantasmi di Dickens (il giorno che non c'è).
Suoi racconti e interventi sono pubblicati in alcune antologie, tra cui il saggio introduttivo a Questi fantasmi… (Boopen Led, 2009); L'ultimo baktun in Apocalissi 2012 - Ventiquattro variazioni per una possibile Fine del Mondo (Bietti, 2012), nell'Enciclopedia degli scrittori inesistenti 2.0 (Homo Scrivens, 2012) e Sbirri di Regime (Bietti, 2014).

Ha pubblicato:
- Napoli, la città velata. Luoghi e simboli dei Misteri, degli dèi, dei miti, dei riti, delle feste (Controcorrente, 2007), definito dalla stampa "l'altra faccia di Gomorra"
- I Misteri di Piedigrotta. Dai culti segreti alla Festa: il Codice Dioniso, il simbolismo, Tradizione, Storia ed altre storie napoletane nel labirinto (Controcorrente, 2009)
- Misteri, segreti e storie insolite di Napoli (Newton Compton, 2012) con Agnese Palumbo
- La nona ora (Edizioni Bietti, 2013), un thriller esoterico
- I Pilastri dell’anno. Il significato occulto del calendario (Edizioni Mediterranee/Arkeios, 2013)
- Il giro di Napoli in 501 luoghi (Newton Compton, 2014) con Agnese Palumbo
- Forse non tutti sanno che a Napoli... (Newton Compton, 2015)
- Un giorno a Napoli con san Gennaro. Misteri, segreti, storie insolite e tesori (Newton Compton, 2016)
Con la monografia sui riti arcaici di Piedigrotta e sul simbolismo occulto della Festa delle Feste, l'autore ha ricevuto il Premio Masaniello, il Premio Domenico Rea e il Premio Emily Dickinson. È stato inoltre insignito dell'Oscar Scugnizzo d'Oro per la cultura 2012 dall'Accademia di Alta Cultura "Europa 2000".



Articolo di Arte / Commenti