01/03/2011 :: 11:45:15

    Attività venatoria 2011/2012: il disciplinare della Provincia di Benevento


    A+

    A-


    stampa

    segnala ad un amico

    commenta

    Share


    La Giunta provinciale, su proposta dell’assessore all’Ambiente Gianluca Aceto, ha provveduto ad approvare la disciplina dell’attività venatoria in Provincia di Benevento per l’annata Venatoria 2011/2012. Lo ha annunciato l'ufficio stampa della Provincia.

    I punti salienti del provvedimento sono i seguenti:

    1. Ciascun cacciatore residente in Campania ha diritto all’iscrizione in uno degli Ambito Territoriale Caccia, previo consenso dei relativi Organi di gestione e il pagamento della quota di accesso. Tale iscrizione determina la residenza venatoria 2011/12 e può essere effettuata utilizzando uno specifico modello o mediante procedura informatica attivata sul sito www.campaniacaccia.it, dal 1° febbraio al 31 marzo (il termine di presentazione non si applica per chi consegue per la prima volta l’abilitazione venatoria o rinnova la licenza di caccia successivamente a tale data). Non sono ammesse le domande multiple contenute in busta singola.

    2. La Provincia istruisce le istanze pervenute (anche per via cartacee, ma solo fino al 15 aprile) e renderà pubblica la graduatoria sul sito www.campaniacaccia.it.

    3. I cacciatori elencati nelle graduatorie provvisorie dovranno regolarizzare il pagamento della quota di iscrizione entro il 30/06/2011.

    4. La quota di iscrizione, fissata in € 31,00 per i residenti in Campania, va versata dal 1° maggio al 31° maggio secondo le disposizione della legge regionale n. 8/1996;

    5. Ogni cacciatore ha diritto, altresì, di ottenere l’iscrizione ad un altro Atc regionale nei limiti della disponibilità dei posti, previo consenso dei relativi Organi di gestione e il pagamento della quota di accesso. Tale iscrizione può essere effettuata con le stesse modalità precedenti dal 2 maggio al 31 maggio 2011. I cacciatori dovranno regolarizzare il pagamento della quota di iscrizione entro il 31/08/2011.

    6. A ciascun cacciatore residente in Campania è consentito l’esercizio venatorio alla sola avi-fauna migratoria negli altri Atc della regione, per un numero massimo di 20 giornate previo il versamento ulteriore di una quota di € 10,33 da effettuarsi contestualmente al versamento per l’acquisizione della residenza venatoria. Per la prenotazione di ogni giornata i cacciatori potranno collegarsi sul sito www.campaniacaccia.it;

    7. I cacciatori residenti fuori Campania possono ottenere l’iscrizione ad un solo Atc utilizzando sia lo specifico modello e sia mediante procedura informatica attivata sul sito www.campaniacaccia.it, dal 1° febbraio al 31 maggio 2011. I cacciatori elencati nelle graduatorie provvisorie dovranno regolarizzare il pagamento della quota di iscrizione, entro il 15/07/2011.

    8. Entro 15 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie provvisorie i cacciatori possono formalmente richiedere il riesame dell’istanza, a causa di eventuali errori.

    9. E’ demandata, altresì, all’Atc di Benevento:

    a) l’approvazione della graduatoria definitiva, in tempo utile per l’apertura della stagione venatoria, nell’ambito del tetto massimo di n. 9.565 posti + il 10%, così suddivisi:

    § n. 4.000 residenti nella Provincia di Benevento;

    § n. 5.518 residenti nelle altre province campane, secondo i criteri di priorità stabiliti dalla Regione;

    b) la riserva del 2% della disponibilità complessiva alla mobilità venatoria pari a n. 190; il 5% per richieste d’iscrizione senza residenza venatoria di cacciatori non residenti in Campania pari a n. 478 e il 3% a istanze di iscrizione con residenza venatoria di cacciatori residenti in provincia di Benevento che conseguano il primo rilascio della licenza di caccia pari a n. 287, 0.5 % per l’iscrizioni giornaliere pari a n. 48;

    c) la trasmissione degli elenchi definitivi degli iscritti alla Regione Campania, alle altre Province e agli altri Atc della Campania, nonché la comunicazione ai cacciatori dell’avvenuta ammissione entro il 15/07/10.

    10. I Comuni e la Provincia, incaricati della distribuzione dei tesserini regionali di caccia, provvederanno ad annotare e convalidare con timbro sugli appositi spazi, l’Atc di residenza venatoria ed eventuali altri Atc, su esibizione da parte del cacciatore della comunicazione di ammissione rilasciata dall’Atc, ovvero dalla procedura informatica e delle ricevute relative ai versamenti della quota di ammissione. E’ sempre obbligatorio per gli Uffici comunali riscontrare l’effettivo inserimento del cacciatore nell’elenco delle iscrizioni convalidate e presenti sul sito www.campaniacaccia.it. In particolari casi di manifesta e comprovata difficoltà, solo per iscrizioni senza residenza venatoria, i cacciatori possono chiedere la vidimazione all’Atc di iscrizione.

    11. Fatto salvo quanto stabilito dalla Giunta Regionale della Campania, si stabilisce:

    - di consentire l’addestramento e l’allenamento dei cani da caccia oltre che nelle zone appositamente individuate dalla Provincia di Benevento, anche sul rimanente territorio provinciale ove non sussiste il divieto di caccia e non vi siano colture in atto;

    - che eventuali interventi di controllo alle volpi e ai corvidi, potranno scaturire solo in seguito a una opportuna e attenta indagine conoscitiva sullo status delle specie nel territorio provinciale, così come disposto dal Piano Faunistico Venatorio Provinciale 2007/2011 e che sarà cura del competente Settore disciplinare tale attività.

    ^ torna in alto Tutti gli articoli di »




    Segui ilQuaderno.it sui social network




      Notizie correlate