Baroni: "Non e' stata una serata positiva, ma gli errori ci devono servire"

23:54:35 771 stampa questo articolo
Marco Baroni, allenatore del BeneventoMarco Baroni, allenatore del Benevento

Uno schiaffo per il Benevento, che ha perso a discapito dei pronostici. Il Perugia però non si illude, come afferma Giunti, mentre Baroni dice di voler analizzare con calma la prestazione. Sono questi, a caldo, i primi commenti dell'incontro di oggi tra Benevento e Perugia, valevole per la TIM CUP.

Dopo il roboante 4-0 ai danni del Benevento, l’allenatore del Perugia, Federico Giunti, in sala stampa ha commentato il risultato. “Sono contento del risultato, ma non deve ingannarci - ha affermato Giunti - ci dà la carica ma dobbiamo aggiustare alcune cose. Il Benevento prima del nostro vantaggio ha avuto due occasioni importanti per passare in vantaggio. Diciamo che il gol di Cerri ha spaccato la gara. Poi è stata decisiva l’espulsione di Cataldi. Credo che il Benevento dirà la sua nel campionato di serie A. Meritano la massima serie perché lo scorso anno hanno compiuto un’impresa importante”.

Dal canto suo, Marco Baroni, allenatore del Benevento, ha analizzato la prestazione dei giallorossi. “Nella prima mezzora abbiamo giocato una gara aggressiva e siamo stati molto alti - ha dichiarato Baroni - devo analizzare con calma la prestazione. Ci sono stati troppi errori. Non credo che i carichi di lavori siano stati decisivi, li hanno tutte le squadre. Bisogna correggere ciò che si è sbagliato. Sull’espulsione di Cataldi credo che abbia detto qualche parola di troppo. Ha messo in difficoltà i compagni però ha chiesto scusa. E’ una sconfitta di grandi proporzione ma dobbiamo analizzare cosa non va".

"Costa non ha giocato perché ha avuto un problema alla schiena e non abbiamo voluto rischiarlo" - ha continuato Baroni commentando le prestazioni dei suoi ragazzi - "speriamo di recuperare Ceravolo. Per quanto riguarda i due portieri: Belec e Brignoli sono due calciatori che abbiamo voluto noi. Non è una serata positiva per Belec, ma gli errori ci devono servire. Come terzo portiere abbiamo Piscitelli. Un plauso ai tifosi, dobbiamo costruire in casa il nostro campionato”.

Marco D’Alessandro, che ha vestito per la prima volta i colori giallorossi, ha commentato:  “Dobbiamo valutare l’inizio della nostra prestazione. Il risultato è pesante, bisogna lavorare e migliorare da tutti i punti di vista. Ci sono diversi ragazzi nuovi e dobbiamo conoscerci. La distanza da colmare con le altre squadre che lottano per la salvezza ce la dirà il campo. Dobbiamo concentrarci in allenamento. Questo stadio è un fortino e i tifosi devono darci la forza per centrare il nostro obiettivo. Momenti difficili ce ne saranno, ma non dovremo abbatterci”.

Notizia correlata

Esordio amaro al Vigorito: 4 goal del Perugia eliminano il Benevento dalla Tim Cup



Articolo di Serie A / Commenti