Benevento. Carabinieri sequestrano il centro migranti di Madonna della Salute - FOTO

11:1:14 5842 stampa questo articolo
Sequestro Madonna della SaluteSequestro Madonna della Salute

Sequestro preventivo della struttura di accoglienza di Madonna della Salute su ordinanza della Procura di Benevento. Ad agire i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni. 

Stamani i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni di Salerno, coadiuvati dai militari del comando provinciale di Benevento ha eseguito un decreto di sequestro preventivo - si tratta della struttura di contrada Montecalvo in via Madonna della Salute che ospitava 74 richiedenti asilo che stamani sono stati poi trasferiti in altri centri- emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento, su richiesta dei magistrati della della locale Procura della Repubblica nei confronti di più ersone, tutte beneventane.

Gli indagati, in concorso, sono accusati dei reati di: "falso e truffa perché, con condotte fraudolente, consistenti nel falsificare un certificato pubblico di agibilità del Comune di Benevento, al fine di ottenere le relative autorizzazioni dall'Ufficio Territoriale del Governo di Benevento, per adibire un centro di accoglienza per profughi un immobile di fatto non idoneo allo scopo, si procuravano un ingiusto profitto ai danni dello Stato".

L'attività di indagine, coordinata dalla Procura di Benevento ha spiegato il procutarore Giovanni Conzo, "è stata avviata alcuni mesi fa dopo una pregressa attività ispettiva al centro di prima accoglienza per cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale,  nel corso della quale emersero una serie di gravissime carenze igienico, sanitarie e strutturali potenzialmente in grado di incidere sulla salute e l’incolumità degli occupanti. Gli investigatori accertavano, di poi, che venivano utilizzate dichiarazioni non veritiere relative alla sussistenza dei requisiti legittimativi l’apertura del centro di accoglienza".

Nella struttura, spiegano dalla Procura, "Il provvedimento è stato adottato al fine di assicurare dignitose condizioni igienico, sanitarie e strutturali e tutelare la salute e l’incolumità degli occupanti ,in fuga da paesi con guerre in corso e gravissimi problemi economici".

Notizia correlata

I rifugiati del centro chiuso nella mattina rifiutano le nuove sistemazioni. Portati in Questura



Articolo di Cronaca / Commenti