Camorra e movida napoletana: arrestati i fratelli Esposito, gli imprenditori amici dei vip

In manette sono finiti i noti imprenditori Esposito accusati di intestazione fittizia di beni con l'aggravante di aver commesso il fatto per agevolare i clan Contini e Sarno. . Sequestrata anche la nota discoteca Club Partenopeo frequentata da personaggi dello spettacolo e dai giocatori del Napoli.

A conclusione di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli, personale del Centro Operativo D.I.A., ha eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Napoli nei confronti di tre fratelli residenti a Posillipo, noti imprenditori nel settore della commercializzazione e distribuzione di giocattoli in ambito nazionale, con interessi anche nel settore delle agenzie di scommesse, della ristorazione ed in un noto locale pubblico di Coroglio Club Partenopeo presso il quale vengono organizzate serate danzanti ed eventi musicali. Si tratta dei fratelli Esposito Gabriele, Giuseppe e Francesco amici di molti personaggi dello spettacolo e di alcuni calciatori del Napoli Calcio.

La misura cautelare riguarda anche le mogli di due degli imprenditori Teresa Esposito e Carmela Russo eDiego La Monica ritenuto prestanome. Gli arrestati sono gravemente indiziati di intestazione fittizia di beni con l’aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare le attività dei clan camorristici Contini e Sarno.

La Dia di Napoli ha eseguito anche il sequestro di numerose attività commerciali, in particolare depositi e negozi per la commercializzazione e distribuzione di giocattoli (“New Toys”) ubicati a Napoli, in provincia e nel casertano, un bar-ristorante in zona Chiaia (“Sand-Sandwiches bar and more”), un’agenzia di scommesse nella zona centrale di Napoli (piazza Mercato) ed una nota discoteca nella zona di Coroglio (“Club Partenopeo”) dove la scorsa settimana il portiere del Napoli, Pepe Reina aveva organizzato una festa per l’addio ai compagni di squadra, prima del suo trasferimento al Milan.

«I fratelli Esposito – hanno sottolineato gli investigatori - grazie al loro elevato tenore di vita, frequentavano assiduamente calciatori della squadra del Napoli, nonché soggetti legati alla criminalità organizzata, con i quali non solo condividevano il tempo libero organizzando scommesse su partite di calcio, viaggi e serate nei più noti locali di Napoli venendo in contatto anche con gente del mondo dello spettacolo, ma dalla cui amicizia traevano anche benefici».


 


11:16:16 2515 stampa questo articolo


  • Sannio Falanghina sara' Citta Europea del Vino 2019 | Video
  • Sanita' e ambiente, i cittadini protestano. Incontro con De Luca e rassicurazioni
  • Genova. Crollo del ponte Morandi, dolore e fischi ai funerali di Stato
  • Italia, CNR: "Nessun rischio di sisma devastante"
  • Sisma Molise: le testimonianze della gente
  • Molise, forte scossa di terremoto. Molto panico ma nessuna vittima
  • Genova, l'ultima tragedia in una lunga serie di crolli
  • Le immagini e i video del crollo del ponte Morandi
  • Ponte Morandi. Crollo a Genova, si continua a scavare
  • Genova, crolla ponte Morandi. Bilancio provvisorio: 22 morti
  • All'aeroporto di Napoli si viaggia nel tempo per salvare l'archivio fotografico
  • Risolvi il cruciverba del giorno
  • L'eclissi totale di Luna affascina il mondo
  • D-day: il giorno piu' rovente dell'anno
  • FlashMob e Assemblea delle Famiglie per la comunita' del CSP "E' piu' bello insieme"
  • Sergio Marchionne lascia la guida di Fca, Mike Manley il nuovo AD
  • Calabria, l'erba della ndrangheta. Anche i droni per coltivare 26.000 piante di marijuana
  • Operazione "Forever", le immagini della Polizia sul blitz al Rione Liberta'
  • Ad Antonio Calo' il Premio "Cittadino Europeo" 2018 grazie ad un modello di accoglienza per migranti
  • Premio Strega, il ministro della cultura Bonisoli: "Scateniamo la fame di cultura nei giovani"
  • Premio Strega, vince Helena Janeczek: dopo 15 anni la vittoria e' donna
  • Attesissimo dalle fan, al BCT di Benevento arriva Riccardo Scamarcio
  • Napoli. Zecca clandestina tra gli uliveti, pronti 8 milioni di euro falsi. Arrestati tre falsari
  • BCT. Ligabue in passerella sul red carpet sannita