Danneggiato nuovamente il portone del Giannone. Ricci condanna gesto vandalico

10:42:14 2603 stampa questo articolo
Ricci al Giannone Ricci al Giannone

Nelle scorse ore il Liceo Giannone è finito nuovamente nel mirino dei vandali. Danneggiato ancora una volta il portone d’ingresso.

Danneggiato il portone del Liceo Giannone in piazza Risorgimento, luogo che nel Natale 2015 subì danni dopo la deflagrazione di una bomba carta. Sull’episodio indagarono i Carabinieri e nel mirino degli inquirenti finirono tre giovani. Nelle scorse ore, il nuovo atto vandalico ai danni del portone, al quale è stato staccato un pannello.

Ad intervenire dopo l’episodio è stato Claudio Ricci presidente della Provincia di Benevento che ha espresso alla dirigente Scolastica Norma Pedicini e a tutta la famiglia scolastica del Liceo Classico “Pietro Giannone” di Benevento la sentita solidarietà per il nuovo atto vandalico perpetrato ai danni dell’istituto di piazza Risorgimento nelle scorse ore.

“La condanna più ferma e senza appello per quanto è successo – ha scritto Ricci in una lettera - si accompagna alla amara constatazione che siamo accerchiati da nuovi barbari, come dimostrano gli attacchi ai danni dell’insigne patrimonio monumentale ed archeologico locale di questi ultimi mesi”.

Il presidente ha quindi aggiunto: “Chi compie atti come quello che ha colpito il Giannone è, innanzitutto, un cretino e, poi, mostra un assoluto disprezzo per la collettività perché il denaro che viene speso per riparare ai guasti del vandalismo viene sottratto ad interventi di manutenzione ben più urgenti. E tutti sanno che la Provincia è alle prese con una drammatica situazione finanziaria che le impedisce proprio di programmare le iniziative necessarie per consentire il pieno esercizio del diritto-dovere allo studio”.

Ricci ha così concluso la sua lettera alla dirigente Pedicini: “Io so che Lei, i Docenti, i Collaboratori, i bravi Alunni del Giannone non si arrenderanno a due o tre individui; posso assicurarLe che né chi Le scrive, né la Provincia si tirerà indietro rispetto ai propri compiti”.



Articolo di Cronaca / Commenti