De Marco (Liberi e Uguali): "Incompatibile la militanza cattolica con l'apparentamento a partiti intolleranti"

11:11:44 642 stampa questo articolo

"Esiste una contraddizione palese in alcune coalizioni che nonostante si ritrovino sotto lo stesso simbolo predicano posizioni nettamente differenti", dichiara Angelo De Marco candidato alla Camera dei Deputati nella lista "Liberi e Uguali".

De Marco fa l'esempio dei cattolici che - spiega - sono spesso alleati con movimenti o partiti nettamente di destra, con posizioni decisamente neofasciste, "inaccettabile da chi dovrebbe invece farsi portatore di valori legati all'integrazione, al rispetto reciproco e si ritrova invece a braccetto con coloro i quali alimentano la distanza e la diffusione di un clima di odio".

Per De Marco la posizione dei cattolici non è sicuramente compatibile con chi lavora per l'intolleranza. "Dovrebbero puntare ad educare al valore dell’accoglienza - aggiunge il candidato di Liberi e Uguali - di chi fugge da situazioni di guerra e persecuzioni è un dovere di civiltà per tutti in particolare per chi si dice cristiano ed invece spesso si allea con coloro i quali hanno votato provvedimenti contro la vita, la famiglia e la libertà di educazione".

"Eppure - conclude De Marco - ad indicare la strada maestra, ci sono i concetti della dottrina di Papa Francesco che ha invece ribadito in più occasioni l'esigenza di una politica dell'accoglienza che non lasci ai margini nessuno. Una cultura dell'incontro, dello scambio vicendevole, una logica che mira alla costruzione di comunità che leghi l'interesse del singolo e il bene comune".



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti