Giornate di Primavera, la delegazione FAI di Benevento svela il programma

10:16:46 1207 stampa questo articolo
Presentazione Giornate Fai Presentazione Giornate Fai

Sabato 25 e domenica 26 marzo, la Delegazione FAI di Benevento è pronta a stupire il Sannio con le aperture straordinarie delle Giornate di Primavera: l’evento nazionale del FAI quest’anno aprirà ben 1000 siti in 400 località.

Il 2 marzo, la capodelegazione Patrizia Bonelli è stata fra i rappresentanti della rete territoriale FAI ricevuti dal Presidente della Repubblica, in occasione dei 25 anni delle Giornate di Primavera, per il conferimento di una targa che celebra l’impegno dell’istituzione per far riscoprire il patrimonio storico-culturale italiano. La Delegazione di Benevento si mostrerà all’altezza di questo riconoscimento, sfoderando un ciclo di visite di tutto rispetto.

L’iniziativa è stata presentata ieri mattina presso la sala consiliare della Provincia di Benevento, che ha patrocinato l’evento. La capodelegazione ha aperto l’incontro parlato della necessità di mettersi in rete e di creare sinergie per valorizzare al meglio i nostri territori. Si è poi passati al dettaglio delle molteplici iniziative, che saranno supportate dai tanti allievi delle scuole che hanno aderito al progetto, come il Liceo Giannone di Benevento, l’Istituto Sant’Alfonso de’ Liguori di Sant’Agata de’ Goti e il Liceo Scientifico Rummo, per i quali sono state presenti le dirigenti Maria Rosaria Icolaro e Teresa Marchese.

Presenti, ancora, i rappresentanti locali del CAI e della FIAB, i volontari della Pro Loco di Airola, delle associazioni “Cittadinanza Attiva” di Moiano, “N’ata Storia” di Bucciano, che avranno parte attiva nella serie di iniziative progettate. Carmela D’Aronzo, del consiglio di amministrazione della Fondazione Città Spettacolo, ha partecipato per conto dell’amministrazione comunale, portando i saluti del sindaco Clemente Mastella.

Parole di encomio per l’iniziativa, che sposa l’esigenza di valorizzazione di territori interni per renderli finalmente visibili a livello nazionale, sono state spese dal sindaco di Airola, Michele Napoletano, e dal capogruppo di maggioranza del comune di Moiano, Luigi Meccariello, che ha portato i saluti del sindaco, Giacomo Buonanno. Entusiasmo anche nelle parole di Aniello Andreotti, dell'ufficio regionale agricoltura e foreste, che ha sostenuto la necessità di istanze così capaci di accendere l’attenzione sui tanti beni territoriali al di là delle pastoie burocratiche. In rappresentanza del bene che sarà aperto a Benevento, l’antico Palazzo De Cillis, è stato presente il dottor Langella, felice di mettere a disposizione gli spazi recentemente restaurati per una iniziativa di così alto valore culturale.

Il programma delle Giornate Fai di Primavera

Quest’anno il Fondo Ambiente Italiano condurrà i visitatori alla scoperta delle verdeggianti pendici del monte Taburno. Qui il pittoresco santuario della Madonna del Taburno è segno tangibile di una religiosità popolare che da secoli sceglie l’isolamento della montagna per avvertire il mistero del divino.

Scendendo nella Valle Caudina si trovano i primi kilometri di un’ardita opera architettonica di Luigi Vanvitelli: l’Acquedotto Carolino, diretto verso la Reggia di Caserta. Qui i condotti si alimentano alle sorgenti del Fizzo, e poi scavalcano il torrente Isclero tramite le aggraziate arcate del ponte Carlo III. E ancora oltre si trovano le testimonianze barocche più pregevoli del Sannio beneventano: la chiesa di San Sebastiano di Moiano, coperta da un complesso ciclo pittorico, il capolavoro di Tommaso Giaquinto; la chiesa dell’Annunziata ad Airola, con la sua monumentale facciata vanvitelliana e i fastosi interni con i loro stucchi e il soffitto ligneo; e infine, fra gli uliveti ai piedi del castello di Airola, l’originale e sfarzosa chiesa del monastero di San Gabriele con annessi giardini.

I visitatori saranno accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni dell’I.I.S. “Alfonso Maria de’ Liguori” di Sant’Agata de’ Goti. Sabato mattina essi saranno disponibili a guidare anche le scuole che si prenoteranno (scrivendo ad attivamoiano@gmail.com entro il 22 marzo). Le chiese dell’Annunziata e di San Sebastiano ed il ponte Carlo III, inoltre, ospiteranno vari eventi collaterali.

I comuni di Airola, Bucciano e Moiano hanno messo a disposizione un servizio di navette che aiuterà i visitatori a muoversi fra i luoghi aperti: si può prenotare un posto a bordo e scegliere l’itinerario sul sito www.faiprenotazioni.it, entro il 22 marzo. In particolare l’itinerario di domenica prevede un percorso trekking dal santuario del Taburno alla grotta affrescata di San Simeone, grazie alla collaborazione del CAI, sezione di Benevento.

Mentre chi preferisce la bicicletta può unirsi alla FIAB (sezioni “Sannio in Bici” e “Valle Telesina”), che sabato 25 risalirà l’Acquedotto Carolino dai Ponti della Valle fino alle sorgenti del Fizzo per una scampagnata turistica. Chi vorrà fare una passeggiata a Benevento, invece, potrà godere del palazzo De Cillis, antica residenza gentilizia ai margini dell’ex ghetto ebraico, che ha raggiunto l’assetto attuale nel XVI secolo, ma conserva abbondanti elementi medievali. I visitatori saranno guidati dagli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico “P. Giannone” per la supervisione del prof. Angelo Bosco.

All’ingresso di tutti i luoghi tenuti aperti verrà richiesto un contributo libero al FAI; sarà anche possibile iscriversi. Ricordiamo che è solo con le donazioni che il FAI può continuare e potenziare la sua attività di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio italiano.

Anche la Delegazione FAI di Avellino terrà aperto un luogo in terra sannita: il serbatoio idrico di Monte Pizzuto a Solopaca, opera d’arte di Mimmo Paladino, con la presenza dell’artista venerdì 24 alle ore 18.00 e 19.00. L’accesso sarà esclusiva degli membri FAI e di chi si iscrive in loco. Anche qui, è necessaria la prenotazione su www.faiprenotazioni.it.

Gli itinerari della Delegazione FAI Benevento sono organizzati in partenariato con i comuni di Airola, Bucciano e Moiano, la Pro Loco Airola e le associazioni “Cittadinanza Attiva” di Moiano e “N’ata Storia” di Bucciano. La Delegazione desidera ringraziare inoltre: l’Arciconfraternita Maria SS del Rosario (Moiano); la Parrocchia SS. Annunziata (Airola); il Convento dei Padri Passionisti (Airola); la Parrocchia S. Giovanni Battista Bucciano; Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’ Goti; l’I.I.S. “Alfonso Maria de’ Liguori” di Sant’Agata de’ Goti. Nonché, per la realizzazione degli eventi e degli itinerari: Bereshit Teatro di Angelo Maiello; Franco Ruggiero; A.S.D. Top Dance 23; Musicando; Associazione “IDEACOLO. Il ricettacolo delle idee”; M° Carlo Speltri; Progetto Musica Acli Arte e Spettacolo; Club Alpino Italiano - sezione di Benevento; Federazione Italiana Amici della Bicicletta “Sannio in Bici” e “Valle Telesina”.



Articolo di Beni Culturali / Commenti