Imprenditore sannita ucciso in Portogallo, fermato un dipendente

23:52:15 3801 stampa questo articolo
Polizia portoghesePolizia portoghese

Sotto shock il comune della valle Caudina, luogo d'origine dell'imprenditore e luogo in cui abitava la sua famiglia volata alla volta del Portogallo.

Sabato scorso un imprenditore sannita, A.I. 59enne originario di Airola in Valle Caudina, è stato rinvenuto senza vita a Borba, un comune di poco più di 7mila abitanti situato nel distretto di Évora nella regione di Alentejo in Portogallo.  Non del tutto chiare le circostanze che hanno portato alla morte dell’uomo, sulle quali sta indagando la Polizia portoghese. L'imprenditore, attivo nel settore del marmo, possedeva un’azienda nella cittadina lusitana.

Secondo fonti portoghesi, l’uomo sarebbe stato colpito con uno dei trapani usato per le perforazioni e per l’omicidio, probabilmente scaturito dopo un diverbio per motivi economici, sarebbe stato fermato un dipendente: un 61enne di origine marocchine. Da quanto riportano i media portoghesi, l’omicida avrebbe anche tentato di far sparire il corpo dell’imprenditore sannita, ma senza riuscirvi. 



Articolo di Cronaca / Commenti