Inglese: impariamolo con le nuove tecnologie

23:26:50 2404 stampa questo articolo
LingueLingue

Sono ancora molte le persone che non conoscono l’inglese nel nostro Paese. Questa lingua è ormai diffusissima in tutto il mondo ed è una delle poche che ci permette di mantenerci informati su qualsiasi avvenimento in modo corretto e di comunicare con chiunque quando siamo all’estero.

Chi ama viaggiare dovrebbe avere almeno una conoscenza di base di questa lingua, lo stesso dicasi per coloro che amano ascoltare musica straniera, che desiderano leggere testi nella lingua in cui sono stati scritti, che vogliono approfondire temi scientifici o di qualsiasi altro genere. Oggi la maggior parte delle pubblicazioni a livello scientifico sono fatte in inglese, la gran parte dei film e delle sitcom nascono in lingua inglese, moltissimi siti internet, di qualsiasi argomento, sono in inglese. Conviene quindi affrettarsi, per fare in modo da riuscire a mettere mano a tutte le informazioni disponibili, basta riuscire a leggerle ed a comprenderle.

Un nuovo modo di apprendimento

Fino ad alcuni anni fa chi voleva imparare l’inglese doveva per forza sottoporsi ad un corso di tipo classico: un insegnante (per i più fortunati madrelingua) effettuava delle comuni lezioni frontali, con gli “allievi” che le “subivano”. Nel corso del tempo per fortuna l’insegnamento delle lingue ha fatto passi da gigante e sono diventati disponibili dei corsi più snelli, più intuitivi, fatti per riuscire a leggere e conversare in una lingua straniera, non per impararne perfettamente la grammatica o per riuscire a leggere i testi degli autori del passato. Molti di coloro che intendono imparare l’inglese infatti non lo fanno per poter leggere Shakespeare in lingua originale, o per poter fare un discorso alle Nazioni Unite in modo perfetto; si tratta invece di persone comuni che desiderano leggere qualche articolo in lingua originale, o ordinare le portate per la cena in una città straniera. Ciò che serve è un inglese funzionale, adatto all’utilizzo quotidiano; questo è quello che si impara seguendo un corso di inglese al giorno d’oggi.

Non solo corsi frontali

Ciò che è stato rivoluzionato è anche il concetto di lezione frontale. Per un adulto subire un corso in paziente silenzio può essere molto difficile, tanto da portare rapidamente alla noia o alla mancanza di concentrazione. Per questo oggi, anche in alcune scuole, si preferiscono corsi di lingua più orientati alla partecipazione degli allievi, in modo da rendere l’apprendimento attivo e coinvolgente. Questo si verifica in alcuni corsi disponibili sul territorio, ma anche tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie. Un esempio di questo nuovo metodo per apprendere le lingue è il corso d’inglese online, un utilizzo innovativo degli strumenti informatici. Questo tipo di corsi, disponibili anche tramite app sullo smartphone, consentono di apprendere in pochi passi i rudimenti dell’inglese, anche da parte di coloro che non hanno alcun tipo di conoscenza della lingua. Il metodo, molto coinvolgente e piacevole, è al passo con l’apprendimento del singolo allievo e gli permette di comprendere a fondo l’inglese di utilizzo quotidiano, per poi approfondire i concetti secondo i temi che predilige.

Imparare dall’ascolto

Ciò che spesso lamentano coloro che hanno seguito un corso di inglese è una carenza dal punto di vista lessicale. Dopo aver seguito un corso in internet è possibile arricchire il proprio vocabolario seguendo diversi metodi. Uno dei migliori e più accessibili riguarda la visione di film e altro materiale video in lingua inglese. Del resto oggi la gran parte del materiale cinematografico distribuito nelle sale è originariamente in inglese e qualsiasi DVD, o film in streaming, è di possibile visione nella lingua che si desidera. Seguire un telefilm che apprezziamo, o cercare il significato del testo di una canzone, sono tutte attività piacevoli che ci consentono di acquisire tantissimi nuovi vocaboli in inglese ogni giorno. 



Articolo di Tecnologia & Internet / Commenti