L'Istituto Telesi@ ad Unomattina per testimoniare la sperimentazione del Liceo breve

18:21:48 1752 stampa questo articolo
L'Istituto Telesi@ ad UnomattinaL'Istituto Telesi@ ad Unomattina

L'Istituto d'Istruzione Superiore Telesi@ di Telese Terme ha partecipato questa mattina alla trasmissione 'Unomattina' di Rai Uno, raccontando l'esperienza della sperimentazione del liceo classico internazionale di 4 anni.

L'esperienza dell'Istituto Telesi@, portato all'attenzione del pubblico nazionale dalla nota trasmissione Rai, ha evidenziato che la scuola sannita continua ad essere la punta di diamante, sul piano della formazione e della didattica, in Campania e nel Sud. "Un progetto di lungo termine, tra i primi 6 approvati in Italia, che è stato capace di permettere a studenti e insegnanti di elevare i propri livelli di preparazione, vedendo riconosciuti meriti particolari. Questa sperimentazione che è partita da Telese Terme, dal Sannio deve irradiarsi come "buona pratica" in altri presidi del sapere della Campania". E' quanto sostiene Erasmo Mortaruolo, il Consigliere regionale e componente della Commissione Istruzione e Cultura della Campania.

"La prosecuzione della sperimentazione relativa al Liceo breve - prosegue Mortaruolo - così come programmato dal MIUR Social con il decreto a firma del ministro Valeria Fedeli, incentiva la qualità della progettualità del corpo docente e dei dirigenti scolastici del nostro territorio anche grazie al lavoro dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, alla decisiva collaborazione con l'Assessore regionale all'Istruzione, Lucia Fortini e al supporto importante delle Amministrazioni locali".

Per Mortaruolo "La Scuola in Regione Campania è dinamica, moderna, creativa ed è al centro delle politiche portate avanti dal Governo nazionale e da quello regionale per contrastare la dispersione scolastica e potenziare l'offerta formativa per i nostri ragazzi".

"Ho  condiviso con l'Assessore Fortini la necessità che la scuola e le rappresentanze istituzionali del territorio siano sempre più alleate per questo patto formativo e raccontino questo quadriennio sperimentale dando elementi preziosi ad altre scuole per fare propria questa esperienza e perché no, potenziarla alla luce dei punti forza e delle criticità. Il mio impegno, in materia di politiche scolastiche, è massimo e di cooperazione anche nella Commissione Istruzione e Cultura del Consiglio Regionale della Campania di cui faccio parte perché solo incentivando l'istruzione e la formazione potremo fare l'investimento più sicuro e sostenibile per il nostro territorio", conclude Mortaruolo.



Articolo di Scuola / Commenti