16/10/2012 :: 18:55:18

    Limatola: lavoratori della BCS in stato d’agitazione. Il 19 presidio sotto la Prefettura


    A+

    A-


    stampa

    segnala ad un amico

    commenta

    Share


    I lavoratori della BCS di Limatola, azienda che opera nel settore automotive attualmente in cassa integrazione straordinaria, si sono riuniti in assemblea unitamente alla RSU ed alle sigle sindacali di FIOM CGIL e FIM CISL per discutere della cause che hanno indotto l’azienda ad interrompere la CIGS e ad avviare una procedura di mobilità per tutto il personale mettendo in liquidazione il sito con comunicazione del 12 ottobre scorso. “Nel corso degli anni c’è stata una perdita occupazionale di circa 3mila addetti nel settore metalmeccanico nell’area di Limatola, più volte denunciato dai sindacati, compromettendo l’economia dell’intera comunità. Oggi dobbiamo riscontrare un'ulteriore perdita occupazionale, con alto e medio valore aggiunto, di circa 60 unità, con problematiche che si riflettono anche nell’ambito familiare degli stessi lavoratori. E’ opportuno rivendicare con forza che nel territorio sannita sta avvenendo una emorragia occupazionale, soprattutto tra i giovani, nella totale indifferenza delle istituzioni territoriali e governative. Pertanto i lavoratori proclamano lo stato di agitazione e venerdì 19 ottobre effettueranno un presidio presso la Prefettura di Benevento, con il fine di richiamare l’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica”.

    Ultima modifica 16/10/2012 alle ore 19:17

    Tutti gli articoli di »




    Segui ilQuaderno.it sui social network




      Notizie correlate