Nuove registrazioni: Finchimica punta sul Pendimethalin in Italia e non solo

9:47:24 1181 stampa questo articolo
fitorfarmaci in agricolturafitorfarmaci in agricoltura

Finchimica, Il noto stabilimento con sede in provincia di Brescia, ha registrato il Pendimethalin, un erbicida molto efficace e adatto anche alle colture più delicate.

La storica azienda di fitofarmaci italiana Finchimica, il cui quartier generale opera nel bresciano, ha deciso di puntare molte delle proprie carte sul Pendimethalin: un principio attivo ad uso coltivo che, da oggi, può finalmente contare sulle tanto attese nuove registrazioni. Il Pendinova, l'etichetta commerciale del Pendimethalin, è stato infatti ufficialmente registrato come prodotto per la cura di coltivazioni come ad esempio il riso, una graminacea che nella Penisola ha da sempre un ruolo fondante per l’economia agricola nostrana. Non parliamo solo dell'Italia: il Pendimethalin, infatti, ha ottenuto di recente nuove registrazioni in tutta Europa. Questo è un fattore che naturalmente ha portato Finchimica ad affinare le proprie strategie di internazionalizzazione e di espansione nei mercati situati all’estero.

Pendinova: scopriamo insieme questo principio attivo prodotto da aziende come Finchimica

Il Pendimethalin, o Pendinova è un composto chimico attivo che fa parte parte del gruppo delle “dinitroaniline”. Di fatto, si tratta di un diserbante erbicida dotato di un principio selettivo, ciò vuol dire che è in grado di fare una distinzione fra le piante da proteggere e quelle da attaccare. In pratica, questo principio chimico è un prodotto ideale per la protezione delle colture molto delicate come il mais, l’orzo e il grano. Essendo in grado di distinguere le malerbe riesce appunto ad attaccare esclusivamente le piante infestanti, lasciando intatte le altre. L’importanza della registrazione del Pendinova in Italia è notevole: nel nostro paese il quantitativo in ettari dedicato alle colture del riso arriva fino a 250.000 unità, coprendo circa il 60% dei terreni italiani a destinazione agricola. L’avvenuta registrazione tricolore del Pendimethalin, dunque, è un vero e proprio successo: sia per Finchimica, che è anche uno dei maggiori produttori di questo diserbante, sia per l’Italia, per via di tutto il suo potenziale agricolo.

Nuove registrazioni per il Pendinova anche in Europa

L’Italia non è l’unico paese che ha deciso di autorizzare l’uso del Pendinova per la protezione dei terreni coltivati a riso e ad altre piante graminacee. Questo principio attivo erbicida, infatti, sta letteralmente facendo il giro dell’Europa e non solo. Fra i paesi che hanno scelto di registrarlo per la protezione delle colture troviamo ad esempio la Spagna, la Gran Bretagna e l’Ungheria, insieme ad altre nazioni come la Grecia, la Polonia, l’Irlanda e la Serbia. Molti di questi paesi, proprio come l’Italia, basano gran parte della propria produzione agricola sul riso e sulle altre graminacee: non deve dunque stupire il fatto che Finchimica stia scommettendo molto su questo prodotto dall'alto potenziale.



Articolo di Tecnologia & Internet / Commenti