Opreazione contro il caporalato, ecco dove vivono i migranti sfruttati

Si è conclusa questa mattina "Freedom", operazione della Polizia di Stato contro il caporalato. Tre aresti e 11 persone indagate per sfruttamento della manodopera clandestina. I migranti, provenienti per lo più da Nigeria e Romania, erano costretti a lavorare a ritmi pesantissimi e per pochi euro al giorno nelle aziende agricole di Caserta, Foggia, Latina, Potenza, Reggio Calabria e Ragusa. Decine di persone vivevano in baracche e in condizioni igieniche - definite dagli stessi poliziotti - disumane


14:47:37 1188 stampa questo articolo