Per Claudia Cretti e' come un ritorno a casa essere di nuovo a Benevento

Claudia Cretti, con l'intera famiglia, è tornata a Benevento per salutare e ringraziare pubblicamente i sanitari che hanno avuto nelle sue mani la propria vita e l'hanno salvata.

Si respirava un’aria familiare all’incontro tra la ciclista Claudia Cretti e la sua famiglia col management ed i sanitari dell’Azienda Ospedaliera “G. Rummo” di Benevento. E' timida Claudia, non parla, ma si guarda intorno e sorride. A farlo per lei sono i suoi familiari. Suo fratello innanzitutto, che si intrattiene con la stampa prima della conferenza e la mamma poi, durante l'incontro. Due cose colpiscono. La prima, l'umanità e la commozione che il fratello di Claudia viveva nei momenti in cui, andando in giro per Benevento nei giorni del ricovero della sorella, riconosciuto, riceveva la solidarietà e l'incoraggiamento dei beneventani. La seconda, l'osservazione della mamma di Claudia, la signora Laura Bianchi, che ha elogiato le qualità, l'umanità e la professionalità dei medici sanniti, i quali hanno fugato la nomea del pessimo stato della sanità meridionale.

È stato come un ritrovarsi a casa, tra vecchi amici, di quelli veri che sanno dimostrarsi tali nel momento del bisogno. Sì, perché – hanno affermato in sintesi i Cretta – al Nosocomio sannita non solo è stato eseguito un intervento chirurgico di alto livello, grazie alla mano esperta e sapiente del Prof. Giuseppe Catapano, e sono state prestate le cure più appropriate ed efficaci, ma sono stati capaci persino di stupire per una vicinanza ed un’assistenza tanto premurosa ed amorevole, che, mentre s’intuiva essere nell’ambiente ordinaria e naturale, ha, in verità, dello straordinario in un mondo sempre più indirizzato verso rapporti freddi e formali, che non sanno più riscaldare il cuore.

Come si ricorderà, la ventenne ciclista del Team Valcar - PBM di Bottanuco, il 6 luglio scorso rimase gravemente infortunata a seguito di una rovinosa caduta nel corso della settima tappa del Giro d’Italia Rosa. Ricoverata in prognosi riservata ed in condizioni comatose, che facevano temere per il suo futuro, nel Reparto di Neurorianimazione dell’Ospedale “Rummo”, diretto dal dottor Pompilio De Cillis, e sottoposta ad un lungo e delicato intervento chirurgico, va recuperando rapidamente la sua smagliante forma atletica.

Col suo ritorno a Benevento, la famiglia Cretti ha voluto rendere merito all’alto valore professionale ed all’elevata statura umana del personale del Rummo e, segnatamente dei sanitari e degli operatori del Dipartimento di Neuroscienze, e rendere loro affettuosa riconoscenza.

Il Direttore Generale, dottor Renato Pizzuti, nel corso del suo intervento, ha rimarcato che “la professionalità, la diligenza, la scrupolosità e lo zelo rilevati dalla famiglia Cretti, alla quale siamo grati per l’odierno attestato di stima, costituiscono e saranno sempre e maggiormente il nostro infrangibile dogma”.

Sulla stessa linea, il Direttore Sanitario, dottor Mario Iervolino, che è stato quotidiano angelo custode al capezzale della giovanissima atleta, ha sottolineato che “un nosocomio, cui è affidato il bene incomparabile della salute e talvolta le sorti di una vita, ha il dovere morale di essere sempre assolutamente inappuntabile nei trattamenti ed umanissimo e solidale nei comportamenti: noi ce la mettiamo tutta e siamo felici ed orgogliosi del riconoscimento che spesso ce ne viene”.


14:40:32 1555 stampa questo articolo


  • Curiosita'. All'asta in Francia scheletro di mammut, se lo aggiudicano per 430.000 euro
  • Alla riunione dell'estrema destra europea a Praga presente anche delegazione della Lega Nord
  • USA: abolita la net neutrality, sicure ripercussioni anche in Europa
  • Biotestamento. Intervista all'esponente radicale Marco Cappato
  • Il Natale delle famiglie monogenitoriali o allargate, cinque consigli per viverlo al meglio
  • Il Capo della Polizia partecipa al Concerto di Natale della Questura VIDEO
  • Napoli. Arrestate dalla DIA sorella e cognate del boss Michele Zagaria
  • Italia: traffico di rifiuti tossici, sei arresti a Rovigo
  • Highlights Serie A. Udinese 2-0 Benevento, Giornata 16
  • Highlights Serie A. Napoli 0-0 Fiorentina, Giornata 16
  • Highlights Serie A. Milan 2-1 Bologna, Giornata 16
  • Highlights Serie A. SPAL 2-2 Verona, Giornata 16
  • Highlights Serie A. Sassuolo 2-1 Crotone, Giornata 16
  • Highlights Serie A. Chievo 0-0 Roma, Giornata 16
  • Serie A. Sarri: "Troppa negativita', non ascoltiamo nessuno"
  • Soluzioni di Casa. Come utilizzare il limone per pulire ed igienizzare
  • Serie A, Juve-Inter in parole. Il commento dei protagonisti
  • Highlights Serie A. Juventus 0-0 Internazionale, Giornata 16
  • Highlights Serie A. Cagliari 2-2 Sampdoria, Giornata 16
  • Avvelenamenti tallio, arrestato il nipote. Colaprico: "Un ragazzo solitario"
  • Pizza, ecco il video Unesco che ha convinto il comitato in Corea
  • Benevento. La magia del Natale con l'accensione dell'Albero
  • Un coro di bambini per creare l'atmosfera natalizia con "Mille voci per il Natale"
  • Facebook lancia Messenger Kids: emoji, adesivi e parental control