Porte aperte alla Scuola Paritaria dell'Infanzia e Primaria "Madre Orsola Mezzini"

15:17:0 984 stampa questo articolo
BambiniBambini

La Scuola Paritaria dell’Infanzia e Primaria “Madre Orsola Mezzini” di Benevento sabato 13 gennaio apre le porte alla città con laboratori didattico-esperienziali, per genitori e bambini dai 20 mesi a 5 anni.

La Scuola illustrerà la propria offerta formativa ed offrire un'occasione per le famiglie che intendono conoscere da vicino questa realtà cittadina.  La scuola “Madre Orsola Mezzini”, gestita dalla “Congregazione delle Suore della Piccola Missione per i sordi” è impegnata nella formazione dei bambini dai 2 ai 10 anni svolgendo quotidianamente azioni volte a garantire l’inclusione di tutti gli alunni con particolare attenzione ai bambini con bisogni educativi speciali, grazie alla competenza professionale e la passione educativa di tutti i propri docenti e all’utilizzo di metodologie didattiche e comunicative innovative. Particolare attenzione è rivolta al tempo del pasto vissuto come importante momento in un cui poter stare bene insieme, gustando anche il frutto del lavoro della mensa interna.

Un’attenzione speciale è, da sempre, rivolta anche agli alunni sordi, offrendo contesti favorevoli ed attenzioni specifiche per lo sviluppo delle potenzialità linguistiche e comunicative di ogni bambino. L’inclusione si concretizza anche attraverso progetti come “ManIncanto”, un coro di voci bianche composto dagli alunni della Scuola Primaria il cui repertorio include l’utilizzo della Lingua dei Segni (LIS).

Tutti i bambini grazie alla “Pedana vibrante”, possono vivere abitualmente ricche esperienze di “ascolto” mediante l’utilizzo oltre che del canale uditivo, anche di quello visivo e vibro-tattile. Ampi spazi esterni verdi e attrezzati con piazzali, prati e campi per attività motorie favoriscono il contatto con la natura e frequenti giochi all’aperto oltre che progetti e laboratori nell’orto.  Appuntamento, dunque, a sabato 13 gennaio alle ore 9:00 presso l’Istituto “Madre Orsola Mezzini” in Via A. Cifaldi, 32.



Articolo di Scuola / Commenti