Premio italiadecide, menzione speciale a Unisannio per il progetto Smart Case

16:16:36 1039 stampa questo articolo
Progetto Smart CaseProgetto Smart Case

Consegnato il riconoscimento a Palazzo Montecitorio alla presenza del Presidente della Repubblica.

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università del Sannio riceve la menzione speciale per il progetto Smart Case, nell’ambito del premio “Amministrazione, Cittadini, Imprese” istituito dall’associazione italiadecide. Il riconoscimento è stato consegnato ieri, 12 febbraio, a Roma, a Palazzo Montecitorio, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al rettore dell’Università del Sannio Filippo de Rossi, nel corso della presentazione del Rapporto italiadecide 2018 “Civile e militare. Tecnologie duali per l’innovazione e la competitività”.

Il premio istituito da italiadecide, con il patrocinio del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, destinato ai dipartimenti universitari d'indirizzo ingegneristico, intende valorizzare il ruolo della ricerca scientifica nel cruciale settore dell’energia e dell’ambiente e vuole rendere conoscibili concreti esempi di una pubblica amministrazione che risponde positivamente ai cittadini e alle imprese.

Il progetto, con il coordinamento scientifico del prof. Giuseppe Peter Vanoli del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio, è attuato dal Distretto tecnologico STRESS, soggetto che vede la collaborazione di enti di ricerca pubblici e di aziende private del settore. Propone soluzioni innovative multifunzionali per l’ottimizzazione dei consumi di energia primaria e della vivibilità indoor nel sistema edilizio e ha portato alla sperimentazione a Benevento di un edificio nZEB in clima mediterraneo.

“Questo riconoscimento premia un’iniziativa di grande rilievo per l’ateneo e per i diversi attori coinvolti nello sviluppo del progetto – ha dichiarato il professore de Rossi - A Benevento abbiamo realizzato uno dei primi dimostratori in Italia meridionale in grado di fornire risposte innovative alle mutate condizioni contemporanee dell’abitare, sul piano dell’architettura, della tecnologia, degli impianti e degli ambienti. Un progetto destinato ad avere importanti ricadute in termini di trasferimento tecnologico a supporto delle questioni ambientali sul risparmio energetico”.

 



Articolo di Università, Ricerca / Commenti