28/02/2011 :: 18:27:27

    Ritrovati dai carabinieri tre trattori rubati a San Bartolomeo in Galdo


    A+

    A-


    stampa

    segnala ad un amico

    commenta

    Share


    I carabinieri di San Bartolomeo in Galdo hanno ritrovato, su segnalazione del proprietario, i tre trattori rubati la settimana scorsa da una deposito del centro fortorino. Il furto era avvenuto nella notte fra martedì e mercoledì: i ladri avevano portato via dal deposito del concessionario tre trattori, tutti nuovi e ancora da immatricolare, per un danno economico oscillante fra gli ottanta e i novantamila euro.

    I carabinieri di San Bartolomeo in Galdo avevano immediatamente iniziato le indagini, e da informazioni assunte, spiegano i militari in una nota, appariva chiaro che la pista portava verso la vicina Puglia. I carabinieri avevano infatti seguito, grazie ad alcune preziose testimonianze, il percorso fatto da almeno un mezzo agricolo, che aveva preso la strada verso il vicino bosco Montauro, al confine con i comuni di Alberona, Roseto Valfortore e Volturino, per poi far perdere le tracce in quelle campagne.

    Sono stati gli stessi denuncianti ad avvertire i carabinieri, questa mattina odierna, che avevano rintracciato i mezzi nelle campagne ai confini fra San Bartolomeo in Galdo e Alberona, dove i militari hanno constatato che i mezzi erano in buone condizioni, salvo qualche pezzo mancante, comunque di poco conto. Probabilmente, aggiungono i carabinieri, i trattori erano stati nascosti in quello stesso posto, difficilmente accessibile ai normali mezzi, o in un posto molto vicino, per poter essere trasportati altrove, una volta calmatesi le acque, ovvero allentate le ricerche, magari nottetempo, per essere rivenduti su mercati lontani, se non addirittura all’estero. Continuano comunque le indagini che, come detto, privilegiano la “pista foggiana”.
    Notizia correlata
    Rubati tre trattori agricoli non ancora immatricolati: indagini dei Carabinieri

    Ultima modifica 28/02/2011 alle ore 18:29

    Tutti gli articoli di »