Rossella Vendemmia nominata membro della commissione per il premio "I giovani ricordano la Shoah"

9:50:52 610 stampa questo articolo
Conservatorio Conservatorio

Rossella Vendemia, docente presso il Conservatorio «Nicola Sala», nominata membro della
Commissione MIUR per il Premio “I giovani ricordano la Shoah”.


​Con Decreto Dipartimentale n.0002 del 9 gennaio 2017 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca- Dipartimento per il Sistema educativo di istruzione e formazione-Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, Rossella Vendemia, docente presso il Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento è stata nominata, anche per questa edizione, membro della Commissione paritetica MIUR del Concorso “I giovani ricordano la Shoah”, bandito annualmente dal MIUR, con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.


​Nel gennaio 2012, su progetto a cura di Rossella Vendemia, il Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” risultò vincitore della X Edizione del Premio Shoah per il settore AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale) con il CD “Le Note della Memoria: la musica ‘spezzata’ della Shoah”, rielaborazione originale e completa di canti popolari composti nei lager,interamente realizzato presso la Sala d’incisione “Mike Mosiello” e prodotto dall’Etichetta “Sannio Neumi” dell’Ateneo sannita. Il prestigioso riconoscimento fu consegnato dal Presidente della Repubblica il 27 gennaio 2012, presso il Palazzo del Quirinale, in occasione delle Celebrazioni ufficiali per la “Giornata della Memoria”.

​Ed ora arriva per l’Istituzione di Alta Formazione Musicale sannita e per la Prof.ssa Vendemia, un ulteriore riconoscimento con la riconferma della nomina a membro della Commissione MIUR che, a gennaio 2017, si occuperà di valutare i lavori che gli Uffici Scolastici Regionali hanno inviato a Roma, dopo aver effettuato una prima selezione.

Si sono detti estremamente orgogliosi e soddisfatti il presidente Caterina Meglio e il direttore Giuseppe Ilario, "poiché l’Istituzione di Alta Formazione sannita continua a realizzare un percorso progettuale didattico-artistico propositivo ed articolato, di ampio e qualificato respiro, assurgendo a ruolo di protagonista nella vita culturale non solo del territorio, ma anche a livelli nazionali".



Articolo di Università, Ricerca / Commenti