Sant'Agata de' Goti: conclusi gli eventi di "Incontri con gli autori"

17:44:23 590 stampa questo articolo
Sant'Agata dei Goti vista dall'altoSant'Agata dei Goti vista dall'alto

L’evento è stato ideato dall’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Valentino.

Si è conclusa lo scorso 19 maggio, con la presentazione del libro 'Diario di un fallimento adottivo annunciato' di Lucia Ponte, l’edizione primavera 2018 di “Incontri con gli autori”, evento ideato dall’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Valentino, e curato dal consigliere delegato alle Politiche per la Cultura, Giannetta Fusco, che promuove la lettura con attività ed appuntamenti diretti a favorire la conoscenza attraverso una fruizione semplificata ed accessibile a tutti.

All’ultimo appuntamento con la lettura, che ha avuto luogo presso la Sala Consiliare di palazzo San Francesco, hanno preso parte, con l’autrice, Bruno La Marra, insegnante in pensione, attualmente conduttore di una rubrica di cultura locale a Radio Reset e corrispondente de 'La cittadella' e Lina di Nunzio laureanda in Scienze del Servizio Sociale dell'Università del Molise.

Una edizione primaverile che ha toccato vari argomenti dalla “Questione di Benevento al parlamento” di Bruno Menna alla “Guerra dimenticata” di Giuseppe Russo, dalla “La depressione è una dea. I romani e il male oscuro” di Donatella Puliga alle “Profezie e previsioni per il XXI secolo” di Alfonso Piscitelli.

“Non vorrei essere superflua – afferma Giannetta Fusco – né ragionare per luoghi comuni nello spiegare perché è importante coltivare la passione per la lettura. È semplicemente fondamentale capire quale universo parallelo si annidi tra le pagine di un libro, un’altra realtà che ti consente di entrare nella vita e nella mente di personaggi, conoscerli e sentirli vivi. Praticamente è come vedere un film, con la differenza vantaggiosa che siamo noi a decidere la sceneggiatura, il casting e la location. L’incontro con l’autore ti consente poi di confrontarti. Ma la cosa più importante è che è attraverso i percorsi autonomi della lettura che si sviluppa il pensiero critico e quindi la partecipazione democratica, di ognuno di noi, al mondo in cui viviamo”.



Articolo di Letteratura / Commenti