Stage a Bruxelles per un laureato Unisannio presso la prestigiosa Atlantic Treaty Association

15:1:15 682 stampa questo articolo
Da sinistra Austin L. Muraille (Summer program ATA - American University Washington, DC), Alfredo Franco laureato Unisannio  (stage ATA), Simon Herteleer (program advisor) e Letizia Torretta (program director ATA)Da sinistra Austin L. Muraille (Summer program ATA - American University Washington, DC), Alfredo Franco laureato Unisannio (stage ATA), Simon Herteleer (program advisor) e Letizia Torretta (program director ATA)

Alfredo Franco, brillante laureato in giurisprudenza presso l’Università del Sannio svolgerà uno stage di due mesi a Bruxelles presso l’Atlantic Treaty Association. 

L’opportunità nasce a seguito dell’accordo tra l’ateneo sannita e il Comitato Atlantico Italiano, siglato nel marzo del 2017 dal rettore Filippo De Rossi e dal presidente dell’ATA Fabrizio Luciolli. Le spese dello stage saranno sostenute da una borsa di studio Erasmus Traineeship.

Partito lo scorso 16 maggio, a Bruxelles Franco sta sviluppando un progetto dal titolo: “Security and Defence: Europe's security challenges and opportunities”. Sarà seguito dai professori Roberto Virzo e Silvia Ullo, tutor per l’Università del Sannio, e da Simon Herteleer, program advisor, e Letizia Torretta, program director dell’ATA, coadiuvati dall’avvocato Carmine Bencivenga e l’ingegnere Mauro Sellitto, componenti, insieme ai docenti dell’ateneo sannita, del Tavolo Paritetico nato per promuovere le iniziative tra Unisannio e ATA.

Alfredo Franco verrà coinvolto, insieme ad altri stagisti, nell’organizzazione del Council Meeting che si terrà a Bruxelles il 20 e il 21 giugno e che radunerà 38 associazioni nazionali. La convezione quadro che l’Università del Sannio ha siglato con il Comitato Atlantico Italiano è stata promossa dalla sede del Club Atlantico di Napoli.

Il Comitato Atlantico assicura la presenza dell’Italia in seno all’Atlantic Treaty Association (ATA), l’organismo internazionale di raccordo tra la NATO e le pubbliche opinioni dei Paesi membri dell’Alleanza Atlantica. L’intento principale dell’accordo è infatti quello di sviluppare forme di collaborazione per lo svolgimento di programmi di ricerca e di alta formazione, su temi di interesse comune, quali problemi di sicurezza, contrasto al terrorismo, cyber security, aspetti economici e giuridici, cambiamenti climatici, pianificazione del territorio.
Non secondaria la possibilità per gli studenti di trasferte nelle sedi del Comitato Atlantico di Roma e Bruxelles, dove svolgeranno anche periodi di formazione. 



Articolo di Università, Ricerca / Commenti