Stati Generali dell'Economia sannita a confronto con #Orizzontesud VIDEO

20:12:43 2685 stampa questo articolo
I relatori di #Orizzonte sud a Benevento I relatori di #Orizzonte sud a Benevento

Con #ORIZZONTESUD,  il format  organizzato da Corriere della Sera e Corriere del Mezzogiorno,  a Benevento  si è discusso oggi presso il Complesso San Vittorino degli Stati Generali dell’economia sannita.

Benevento un territorio vivace ed in fermento, con un tasso di crescita imprenditoriale del 2017 del + 1,49, un tasso di crescita dell’export del + 1,4%, + 5,4 milioni di merci esportate nel mondo, Pil pro capite 14.099 (2016). Nel 2017 il tasso di disoccupazione provinciale 13.6%, mentre il tasso occupazione 41,5%,; 4.5 milioni di euro depositati e 2.7 milioni impiegati nel 2017. Sono questi i dati che fotografano lo stato dell'economia del Sannio. Il trend positivo è indice di fermento, ispirano fiducia. Certo non è tutto roseo, le difficoltà ci sono e gli imprenditori non lo nascondono. Così come chi analizza la situazione economica.

Il futuro del Sannio e le sue eccellenze” è stato il tema al centro del dibattito che si è tenuto oggi con il format #OrizzonteSUD che fa tappa nelle città del Meridione per incontrare imprenditori, amministratori, intellettuali e artisti del territorio. “Il futuro e le prospettive del Sannio” sono state raccontate dai relatori invitati al dibattito che, affrontando vari temi, hanno presentato la situazione ed il contesto attuale e le prospettive future del territorio.

Enzo D'Errico Direttore del Corriere del Mezzogiorno ha chiarito che Benevento ha un grande patrimonio ma sconta un problema di isolamento. Bisogna cercare di mantenere i benefici dell'isolamento che ha consentito di preservarne le bellezze ma allo stesso tempo bisogna agganciare la modernità e uscire dall'isolamento fisico. 

Antonio Polito Vicedirettore del Corriere della Sera attraverso interviste puntuali ai relatori ha tracciato le prospettive di un territorio ricco di imprese e di potenzialità di sviluppo. “Abbiamo imprese solide e strutturate lo dimostrano i dati emersi con Industria Felix che mette in luce il 90,4% delle imprese esaminate è in utile, e nel complesso il loro fatturato cresce del 12,8% rispetto all’anno precedente e sfiora i 73 miliardi di euro. Oggi Confindustria Benevento conta 318 imprese che rappresentano 622 unità produttive, 16 filiere merceologiche e oltre 10.000 occupati. Presentiamo una vivacità imprenditoriale ed un saldo positivo tra imprese nate e cessate ma a queste imprese viene chiesta competitività, velocità di cambiamento e adeguamento e pertanto capacità di reggere al confronto in maniera continua ed incessante. Dobbiamo uscire dall'isolamento e portare avanti gli importanti interventi infrastrutturali programmati per la provincia. Dobbiamo far crescere le nostre imprese che hanno una dimensione troppo ridotta rispetto ai principali competitors europei e dobbiamo contribuire sempre in maniera maggiore alla formazione del PIL. E' nostro dovere portare avanti l'obbiettivo delle ZES e il dialogo con il sistema creditizo.

“Qualità, innovazione, competenza ed affidabilità, Queste sono le caratteristiche che fanno la differenza e consentono alla nostra impresa di resistere e crescere in un mercato in cui è sempre più difficile competere. Spiega Fulvio Rillo Direttore Generale Rillo Costruzioni srl. Nel settore edile se non sei al passo coi tempi non riesci a reggere la concorrenza. È necessario avere attrezzature, impianti e mezzi all’avanguardia, managerialità qualificata, innovazione di prodotto ed organizzativa. Gli standard richiesti anche sulla sicurezza e sulla formazione sono sempre più elevati. È soprattutto la qualità dei materiali l’elemento che caratterizza la scelta nell’affidamento dei lavori".

Per Clemente Mastella Sindaco di Benevento la città ha una vocazione artistica importante e alla quale è possibile agganciare la ripresa.
Costanzo Jannotti Pecci Presidente Federterme ha ricordato l'importanza dell'economia del turismo per l'itala e per il mezzogiorno.

Antonio Affinita CEO SAPA Group con sei stabilimenti in Italia e all'estero produce componentistica di plastica e sostiene che Benevento è centrale tra le sedi di Pomigliano, Cassino e Melfi. Nel settore automotive l'innovazione è determinante per il posizionamento sul mercato. Procedono secondo cronoprogramma gli investimenti di Nestlé. E' quanto ha dichiarato Stefano Bolognese Business Executive Officer Buitoni Nestlé Italia che ha ricordato l'importante investimento messo in gruppo in merito alla produzione di pizza surgelata.

Antonio Liotti Responsabile Gestione, Formazione e Sviluppo Risorse Umane Leonardo rappresenta uno dei settori più importanti dell'aerospazio che produce componentistica di aerei. Ma le imprese che decidono di investire in provincia sono numerose, lo testimonia Paolo Raia Head of Operations Wind Southern Europe di E.ON Climate and Renewables che ha illustrato l'importanza dell'investimento nel settore enegetico che sta realizzando il gruppo in provincia di Benevento.

Oreste Vigorito Presidente Benevento Calcio | Presidente Gruppo IVPC ha regalato alla città di Benevento un sogno, quello della serie A. Ma Vigorito con le sue attività economiche contribuisce in maniera determinante all'economia del territorio puntando proprio sul settore energetico. Solidità finanziaria, qualità, serietà, sono alcune delle caratteristiche che contraddistinguono l’imprenditoria locale.

La pizza italiana da Benevento in tutto il mondo, grazie alla scelta di Nestlé di trasformare la fabbrica Buitoni di Benevento in hub internazionale della pizza surgelata. «L’investimento di 50 milioni di euro annunciato lo scorso anno da Nestlé per lo stabilimento Buitoni di Benevento sta procedendo secondo i tempi previsti. Confermiamo la nostra intenzione di far crescere e sviluppare il mercato domestico della pizza insieme a nuovi mercati esteri - ha dichiarato Stefano Bolognese, Business Executive Officer di Buitoni - Il progetto prevede tre linee di produzione e le migliori tecnologie per arrivare a produrre a regime fino a 350 pizze al minuto. L'investimento rappresenta un’occasione di rilancio per Benevento e il Sannio, territorio dell’eccellenza di tradizioni sapere e competenze anche per la produzione industriale di pizza surgelata».

Sede di siti storici, culturali ed archeologici esclusivi, Benevento e la sua provincia riescono sempre a stupire per la capacità di rimettersi in moto anche dopo un’alluvione devastante e per sapersi riproporre in chiave unica ed esclusiva su premi letterari e per prospettive di investimenti.



Articolo di Industria / Commenti