Teatro Romano, partita la nuova illuminazione realizzata da Gesesa

17:34:43 540 stampa questo articolo
Teatro Romano - La nuova illuminazione realizzata da GesesaTeatro Romano - La nuova illuminazione realizzata da Gesesa

Inaugurato in occasione del concerto conclusivo del BCT, diretto dal maestro Nicola Piovani, l'impianto illuminutecnico donato da Gesesa alla città di Benevento si è disvelato al pubblico regalando un'atmosfera particolare. 

Note

Il progetto Acea ha visto l’illuminazione d’accento del monumento con intervento sulle seguenti porzioni del monumento: la Scena 119, la parte sommitale del coronamento del teatro (nicchie e contrafforti velarium), le fornici ciechi del teatro, l'esterno dei pilastri lato ingresso via del Teatro Romano, l'esterno absidi adiacenti al camminamento lato ingresso via Port’Arsa, l'auditorium e platea per proiezione con apparecchi collocati su due sostegni.

Sono stati posati circa 1500 metri di cavo, rampinato, in tubiera e occultato nei punti visibili. È stato scelto di posare nuove linee di alimentazione, per separare la gestione dell’impianto di illuminazione artistica da quelli dedicati alla sicurezza e ai servizi. Trattandosi di apparecchi con tecnologia LED, la cui potenza e l’assorbimento è decisamente basso, le sezioni dei cavi sono ridottissime e di impatto minimo.

Gli apparecchi impiegati sono tutti a LED con ottiche di precisione, in relazione alle necessità delle emergenze da evidenziare. La temperatura di colore sarà variabile: 2200 K (luce bianco-oro) per le parti in laterizio, 2700 K per i fornici, 3300 per la scena e le gradinate/platea (luci di servizio). Questa differenza cromatica consente una lettura dei vari piani e valorizza i materiali costruttivi. Tutti gli apparecchi opzionati, oltre ad avere dimensioni ridottissime, hanno una protezione meccanica IP 67, atti ad essere impiegati all’esterno e resistenti alla pioggia battente.

E' stato inoltre posato un nuovo quadro di alimentazione derivando l’energia dalla presa di servizio della Sovraintendenza. Le linee sono state parzializzate, per consentire l’accensione e lo spegnimento in funzione delle esigenze sceniche.
Non è stato rifatto l’impianto esistente all’interno dei camminamenti, in quanto esula dall’aspetto prettamente artistico, ma svolge funzione di sicurezza e transito.



Articolo di Beni Culturali / Commenti