Telese. I carabinieri fermano 2 ragazzi con 50 mila euro falsi

22:18:35 7076 stampa questo articolo
Telese. I carabinieri fermano 2 ragazzi con 50 mila euro falsi Telese. I carabinieri fermano 2 ragazzi con 50 mila euro falsi

Le banconote erano sistemate in un borsone e custodite nel cofano dell’auto.

Due giovani, entrambi di Benevento, sono stati fermati questa sera dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Benevento coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Cerreto Sannita nel territorio di Telese Terme. In loro possesso ben 1000 banconote false nel taglio di 50 euro. Le banconote erano sistemate in un borsone e custodite nel cofano dell’auto.

Aggiornamento - De Iaso Gerardo 33enne e De Florio Gianluca 31enne. Queste le due persone fermate nella tarda serata dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Benevento – coadiuvati da una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cerreto Sannita – nel corso di un’attività di indagine finalizzata al contrasto della produzione, del traffico e della spendita di banconote false.


I due che viaggiavano a bordo di un’ Alfa Romeo 156, sono stati fermati a Telese Terme per un controllo. Nel corso dei successivi accertamenti accortisi di qualcosa di “strano” e di un certo nervosismo dei due, i militari hanno proceduto ad una perquisizione veicolare, nel corso della quale hanno rinvenuto 999 banconote da 50 euro, che sono risultate contraffatte, per la somma totale di 49.950 euro.

Sulla scorta degli elementi raccolti e avuta contezza della falsità delle banconote i due giovani sono stati condotti presso la Caserma del Comando Provinciale di Benevento e tratti in arresto. Successivamente sono stati poi tradotti presso la Casa Circondariale di Benevento perché ritenuti responsabili del reato di concorso in detenzione, falsificazione, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate.

Nel corso dell’attività, oltre alle 999 banconote da 50 euro false è stata sequestrata anche la somma di 1080 in banconote di vario taglio, ritenuta provento di reato. Le banconote contraffatte saranno versate presso la competente sede della Banca d’Italia.



Articolo di Cronaca / Commenti