Telese Terme, presentata la nuova stagione teatrale da Biagio Izzo a Sergio Assisi con Autieri e Arcuri

12:10:0 5003 stampa questo articolo
Delli Carri, Liverini, Di Mezza e TetaDelli Carri, Liverini, Di Mezza e Teta

Presentato stamani presso il Cinema Teatro – Modernissimo di Telese Terme la stagione teatrale 2016 – 2017 promossa dal comune del centro termale in collaborazione del Teatro Pubblico Campano.

“Siamo qui per presentare la nuova stagione teatrale 2016-2017 come Comune abbiamo fatto uno sforzo economico importante per sostenere questo appuntamento ormai ventennale con il teatro”. Sono queste le parole pronunciate stamani da Giovanni Liverini consigliere comunale della Giunta Carofano con delega alla Cultura e alle Manifestazioni del Comune di Telese Terme nella presentazione della nuova stagione teatrale telesina 2016-2017.

“Il nostro – ha aggiunto Liverini – è un investimento culturale importante effettuato in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano che si interessa di divulgare la cultura del teatro e non solo quello napoletano. L’iniziativa partirà il 6 dicembre, un evento questo che suscita ancora grande interesse. Per noi come Amministrazione è la prima volta che ci troviamo ad organizzarla visto che lo scorso anno il Comune era sotto commissariamento. Ci proponiamo di affrontare il discorso della cultura ad ampio raggio, infatti ci sono diversi progetti in cantiere e riteniamo che la vivacità culturale del nostro territorio va aiutata e per questo stiamo provando a raccoglierle insieme e a fare sintesi”.

L’idea dunque è quella di stilare un cartellone unico di eventi per dare maggiore risalto al lavoro svolto dalle associazioni. Liverini ha poi fatto presente che a breve, “ripartirà anche la Biblioteca comunale ferma ormai da alcuni anni. L’iniziativa che oggi presentiamo – ha concluso – è rivolta a tutta l’area telesina e questo posiziona Telese ad assumere un ruolo centrale anche in campo culturale”.

Presenti anche i due assessori Teresa Teta e Filomena Di mezza che dice, “ritengo che questa iniziativa sia uno dei primi atti dal nostro re-insediamento, investire in Cultura ci differenzia ma stiamo valutando la possibilità di includere anche le iniziative delle tante associazioni culturali che fanno teatro sul territorio. La nostra è anche una sfida: cercare di coinvolgere i giovani, avvicinarli a fare teatro. Abbiamo l’opportunità di utilizzare una struttura e sarebbe bello mettere in piedi spettacoli che magari interessino anche le famiglie”.

A chiudere è Enrico Delli Carri del Teatro Pubblico Campano. “Il sodalizio con la nostra associazione va avanti ormai da 25 anni e condividiamo in pieno la proposta di educare i giovani al teatro che è cultura. Anche quest’anno il programma è variegato, si va dalla drammaturgia italiana, alla commedia brillante. Insomma, gli spettacoli sono fruibili anche ai giovani, anzi già da oggi siamo al lavoro per creare un abbonamento a loro dedicato – con prezzi modici - per il prossimo anno”.

La nuova stagione partirà il 6 dicembre con Biagio Izzo in “Bello di papà”, toccherà poi il 18 gennaio a Sergio Assisi in “L’Ispettore Drake e il delitto perfetto”, mentre il 2 febbraio in scena ci saranno M. Micheli, B.Boccoli, N. Salerno e A. Elia in “Il più brutto weekend della nostra vita”. Gli spettacoli proseguiranno il 17 febbraio con Paolo Caiazzo in “Per fortuna che sono terrone”, il 2 marzo con M. Laurito, C.Clery, B. Bouchet, G. D’Angelo in “4 donne e una canaglia”. Il 16 marzo invece sul palco del Modernissimo salirà Serena Autieri in “La Sciantosa” mentre a chiudere la stagione il 28 marzo sarà Manuela Arcuri in “Bravi a Letto”.



Articolo di Teatro / Commenti