Università. Gd e Run: ‘La Regione non voti dm Profumo’

15:47:6 2767 stampa questo articolo

"Guido Trombetti e Stefano Caldoro rigettino il decreto ministeriale Profumo sull'università". A chiederlo sono gli studenti della Rete Universitaria Nazionale (Run), con la portavoce regionale Francesca Esposito e i Giovani Democratici Campania, con il segretario Antonella Pepe. “Domani la conferenza Stato-Regioni dovrà votare il decreto per ridefinire i criteri di reddito (ISEE) e di merito che servono ad ottenere la borsa di studio. Facciamo appello al presidente della Regione Caldoro e all'assessore regionale Trombetti: non si proceda e si rinvii una discussione così importante a dopo le politiche, con un governo legittimato dal voto popolare. In Campania gli studenti già pagano le inefficienze della Regione: la tassa regionale per il diritto allo studio quest'anno è passata da 62 a 140 euro nonostante i servizi siano diminuiti. Inoltre, le borse di studio del 2010 non sono ancora state ricevute dagli assegnatari e gli alloggi per studenti sono rimasti un'utopia" – hanno aggiunto. "Grazie al gruppo d'opposizione UDU - RUN - Liste di sinistra al CNSU siamo riusciti a smascherare il piano di stravolgimento del diritto allo studio che Profumo, con la complicità della maggioranza - Comunione e liberazione e Pdl - intende mandare in approvazione sfruttando il clima della campagna elettorale. Ora aspettiamo un atto di dignità da parte della Regione" – hanno concluso la Esposito e la Pepe.



Articolo di / Commenti