Venerdi' Santo: battenti e flagellanti. Boom di presenze a San Lorenzo Maggiore

13:3:24 2723 stampa questo articolo
Venerdi' Santo San Lorenzo MaggioreVenerdi' Santo San Lorenzo Maggiore

Già negli ultimi tre anni il particolare rito di penitenza, ha sconfinato la Valle Telesina, richiamando nel centro telesino diverse centinaia di persone.

La processione del Venerdì Santo di San Lorenzo Maggiore è divenuto un appuntamento fisso nel calendario nazionale degli eventi che interessano la Settimana Santa. La processione dei battenti flagellanti, che si ripete da oltre tre secoli, ha avuto quest’anno un successo di partecipazione forse oltre ogni immaginazione.

Già negli ultimi tre anni il particolare rito di penitenza, ha sconfinato la Valle Telesina ma quest’anno però anche i confini provinciali sembra che siano stati ormai superati. Molte infatti le persone venute da ogni parte della Campania per assistere a quello che risulta essere un particolare e, nella sua specificità, singolare rito di penitenza e fede. Il tutto in una cornice che è risultata essere un mix di preghiera e rispettoso silenzio.

Questo dunque il clima che si crea nel Venerdì Santo a San Lorenzo Maggiore e che induce i presenti alla riflessione e alla penitenza non solo fisica. Emozionate la partenza dei battenti e dei flagellanti dalla Chiesa del SS Nome di Dio, in Piazza Largo di Corte. Tanti anche gli appassionati di fotografia venuti da diverse zone del Sud Italia. Un appuntamento dunque da mettere nel programma delle cose da vedere quello del Venerdì Santo di San Lorenzo Maggiore. Un vero momento di fede e devozione da vivere immersi in un continuo di canti e preghiere. 



Articolo di Chiesa / Commenti