Vertenza Trotta Mobility, Francesca(ex Amts) contro Ambrosone

15:55:19 913 stampa questo articolo
Mirko FrancescaMirko Francesca

Francesca(ex Amts) risponde all’assessore Ambrosone e minaccia querele.

Sulla vicenda dei dipendenti della Trotta Mobility di Benevento, ex Amts, interviene l’ex presidente dell’azienda, Mirko Francesca, in risposta ad alcune dichiarazioni rilasciate alcuni giorni fa dall’assessore comunale Luigi Ambrosone. (leggi qui)

"In primis – scrive Francesca – voglio esprimere la mia sincera vicinanza ai dipendenti della ‘Trotta Mobility’, i quali si trovano loro malgrado in una situazione delicata, per questo comprendo le loro rimostranze e lo stato di agitazione con il conseguente sciopero annunciato per il 26 agosto prossimo. Io sono sempre stato dalla loro parte e perciò esprimo la massima solidarietà. Alcune recenti affermazioni dell’assessore Ambrosone mi lasciano perplesso, conscio del lavoro svolto positivamente fin quando io era alla guida dell’Amts. In passato, tralasciando alcune colpe generalizzate, le cose stavano leggermente cambiando grazie all’ottimo piano industriale della Segesta, al management che stava rispettando i parametri fissati dal suddetto piano e grazie alla volontà e al sacrificio dei dipendenti, registravamo un servizio migliore rispetto al passato”.

“Sono amareggiato – ha aggiunto – per la poca comunicazione avuta con l’attuale amministrazione targata Mastella, poco incline al dialogo con chi, come me, notte e giorno, ha vissuto dall’interno le vicende del trasporto pubblico cittadino. Ora sento solo dire e citare la parola ‘fallimento’, dando forza alla mia idea che all’interno dell’amministrazione di Palazzo Mosti l’ignoranza in materia sia abbastanza alta e non tutti sanno o fingono di non sapere che c’è stata una sentenza di revoca del fallimento. Sono costretto, quindi, ad invitare molti a non associare più la parola ‘fallimento’ all’azienda, altrimenti passerò per le vie legali. Ricordo che attualmente la sentenza di revoca del fallimento è stata sospesa da un ricorso del Tribunale di Benevento alla Corte di Cassazione di Roma. Quest’ultima non deciderà nel merito della sentenza, già deciso infatti dalla Corte di Appello di Napoli”.

Secondo Francesca: “Problemi atavici ed annosi hanno inciso notevolmente sulle casse dell’azienda e del Comune negli ultimi anni, ma qui voglio rivendicare l’ottimo operato attuato.Senza fare polemica, non avendo avuto il piacere di incontrare i nuovi gestori del trasporto pubblico, devo ammettere che almeno noi abbiamo sempre pagato gli stipendi, mettendo in condizioni il Comune di versare la sua rata, avendo sempre avuto il Durc, cioè l'attestazione della regolarità contributiva. Una situazione complessa quella attuale, spero quindi che la Trotta Mobility risolva i propri problemi e i lavoratori possano avere la serenità che meritano”.

E conclude: “utopicamente, se dovessi dare un consiglio, inviterei a ritirare il ricorso fatto alla Corte di Cassazione di Roma, al fine quindi di rimettere in piedi l’Amts”.



Articolo di Attualità / Commenti