Viaggi. Napoli non e' unica: esistono almeno un paio di gemelle negli Stati Uniti

18:1:21 1446 stampa questo articolo
Naples - FloridaNaples - Florida

Non tutti sanno che la nostra Napoli, quella che tutti conosciamo come il capoluogo della regione Campania, città di Totò, del mandolino e della pizza, non è l’unica città ad avere questo nome. 

Ebbene sì. Esiste un’altra Napoli che si trova oltreoceano. Nello specifico si tratta di un comune degli Stati Uniti d'America situato nella contea di Cattaraugus nello Stato di New York. Questo paese si trova nella parte occidentale della contea, a nord-ovest di Salamanca. Precedentemente conosciuta con il nome di Napoli Corners, questo comune ha preso il nome direttamente dall'omonima città italiana anche se la sua pronuncia non è affatto la stessa: il suono della "i" finale è lungo (molto simile come le comunità di Pulaski e Chili tipico di questa zona dello Stato).

La città è stata colonizzata intorno al 1819, ma la creazione di Napoli è avvenuta nel 1823 per distacco dal comune di Little Valley. Successivamente, nel 1828, nel territorio di Napoli si è formato il nuovo comune di Coldspring a sud. Spostandosi più a sud, ma sempre sulla costa est degli USA troviamo, invece, Naples. Si tratta di un altro comune degli Stati Uniti d'America situato nella contea di Collier, nello Stato della Florida.

Un tempo, i soli a godere del clima dell’attuale Naples erano i nativi americani della tribù dei Caloosa (Calusa). Intorno al 1860, però, apparvero i primi colonizzatori bianchi, Roger Gordon e Joe Wiggins. La leggenda narra che le cronache di riviste ed articoli di giornali decantavano le amenità di questa zona caratterizzata da un mare particolarmente pescoso e dal clima mite tale da paragonarla proprio all'assolata Italia ed il nome Naples fu assunto quando i promotori dell'urbanizzazione di questa zona la descrissero come un’area talmente bella da essere quasi come il golfo di Napoli.

Visitare queste Napoli statunitensi è possibile richiedendo l’autorizzazione al viaggio ESTA USA.
L’ESTA, acronimo di Electronic System for Travel Authorization (sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio), non è un visto. Si tratta di un’autorizzazione a salire a bordo di un aereo o di una nave che sono diretti negli Stati Uniti. Questo particolare sistema elettronico ha lo scopo di esaminare i viaggiatori intenzionati a recarsi all’interno del territorio degli USA prima di concedere loro l’autorizzazione a entrare nel paese. 

Possono richiedere l’ESTA solo i cittadini dei paesi partecipanti al Visa Waiver Program, il programma Viaggio senza Visto.
Nel caso in cui questa particolare autorizzazione non venga concessa sarà necessario fare richiesta di un visto B-1 per soggiorni d’affari o di un visto B-2 per soggiorni di turismo.
E’ importante sapere che l’autorizzazione al viaggio approvata non garantisce il diritto del richiedente di entrare negli Stati Uniti.



Articolo di Vita da Reporter / Commenti