“Le radici del tiglio. Le radici di un territorio”. Convengo ad Arpaise

11:0:48 947 stampa questo articolo
ArpaiseArpaise

“Riscoprire e promuovere la propria identità”.

Riscoprire le origini di un luogo, la storia, le tradizioni e i suoi simboli, al fine di valorizzare e promuovere un territorio che vede nel 'paesaggio' la sua leva strategica di crescita. Nasce con questo auspicio il terzo appuntamento della kermesse 'Tra lucciole e stelle…', il convegno istituzionale sul tema: “Le radici del tiglio. Le radici di un territorio. Riscoprire e promuovere la propria identità”, in programma sabato 23 marzo, alle ore 18:30, presso la flexi hall del Comune di Arpaise.

«Il tiglio, albero dalle radici profonde, simbolo di unione e libertà - afferma il sindaco Vincenzo Forni Rossi - è riprodotto nell’emblema del nostro Comune. La curiosità di saperne di più ci ha spinto ad organizzare questo incontro-dibattito, dal quale ricaveremo sicuramente nuove conoscenze». Relatori saranno Francesco Vespasiano, docente di Sociologia dell’Università degli Studi del Sannio insieme all’agronomo Gerardo Mercurio e con la partecipazione di sindaci, amministratori e rappresentanti delle associazioni del territorio. Le conclusioni saranno invece affidate al consigliere regionale, Erasmo Mortaruolo.

Sull’incontro in programma non ha voluto far mancare il proprio saluto il Direttore artistico della XVII edizione “Tra lucciole e stelle…”, il M° Leonardo Quadrini, impegnato all’estero per motivi professionali. «Con questo incontro "paghiamo un dazio" alla nostra gioventù in quanto sarà l’occasione per ricordare i momenti dell'infanzia, della gioventù, i momenti di aggregazione, che nei giovani di oggi non esistono quasi più. Insieme al sindaco si è deciso di organizzare questo convegno, al quale sono spiacente di non poter partecipare: sono vicino col cuore, con l'affetto, con il sentimento a tutti i convenuti, ai professori che parteciperanno e che con il loro contributo permetteranno di capire le ragioni del tiglio, quindi le ragioni di una identità».



Articolo di Incontri e convegni / Commenti