“Sannio in Movimento”, Pedicini: “Città Europea del Vino? Provincia funga da regista”

13:40:13 2000 stampa questo articolo
Francesca PediciniFrancesca Pedicini

Per la Pedicini: “Città Europea del Vino è un’opportunità per generare un forte impatto sui Brand Sannio e “Falanghina”.

“Il prestigioso riconoscimento per il Sannio di Città Europea del Vino 2019, assegnato da Recevin, la Rete europea delle 800 città del Vino, sarà un’importante opportunità per tutta la provincia”.

E’ il commento di Francesca Pedicini, consigliere di San Giorgio del Sannio, candidata nella lista “Sannio in Movimento” alle prossime elezioni provinciali di marzo che sanciranno il rinnovo del Consiglio dell’Ente della Rocca dei Rettori.

Per la Pedicini: “La finalità del riconoscimento è di mettere in risalto l'influenza della cultura enologica ed enoturistica nella società, nel paesaggio, nell'economia, nella gastronomia e nel patrimonio ed il suo valore per l'Unione Europea. Eventi mirati quindi, ma non vissuti come ‘spot’ contingenti l’anno 2019, bensì tutti propedeutici ad un nuovo e necessario approccio alla risorsa territoriale, laddove i vigneti connotano non solo il paesaggio, ma l’economia e la rete di relazioni sociali. Se così vissuto, questo riconoscimento potrà davvero trasformarsi in un trampolino per lo sviluppo del Sannio. In quest’azione un ruolo molto importante spetta proprio alla Provincia, ed in particolare al presidente Antonio Di Maria. Sarà lui, con il ruolo istituzionale di coordinamento delle politiche di sviluppo, a dover fungere da ‘Regista’ per mettere insieme tutti gli ‘attori’. In questa direzione potrebbe svilupparsi un modello di Turismo Intercomunale che vada oltre i 5 comuni di ‘Sannio Falanghina’ (Guardia Sanframondi, Solopaca, Torrecuso, Castelvenere, Sant’Agata dei Goti) coinvolgendo tutto il territorio sannita, la Camera di Commercio, il Consorzio Tutela Vini e tutte le Associazioni di categoria. Così facendo si creerebbero le condizioni per trasformare questo evento in un’opportunità storica per il nostro territorio, generando anche un impatto futuro sui Brand ‘Sannio’ e ‘Falanghina’. Un processo, quest’ultimo, che rifletterebbe direttamente sulle giovani generazioni, ad oggi sempre più in cerca di fortuna al di fuori del nostro territorio. Un giovane su due emigra in cerca di lavoro all’estero, nonostante la nostra provincia abbia un incremento dell’export di vini in continua crescita. E’ questa l’occasione propizia per sviluppare legami sociali per uno sviluppo condiviso attraverso un modello di Turismo Intercomunale che si ripercuota positivamente sul futuro dei Giovani sanniti”. 



Articolo di Provincia di Benevento / Commenti