È arrivato Targa System, lo strumento che individua le auto senza assicurazione

13:3:56 25139 stampa questo articolo

Targa System è il nuovo alleato dei vigili urbani che consente di verificare se i veicoli sono in regola con assicurazione, revisione o sono rubati

Non è assolutamente un mistero il fatto che i costi per la gestione di un’automobile nel nostro Paese siano piuttosto elevati: a partire dalle polizze assicurative, passando per il bollo auto, sino ai costi del carburante, muoversi autonomamente con la propria vettura è abbastanza dispendioso.

Questo non significa che non sia in qualche modo possibile limitare gli esborsi: se si prende in considerazione, ad esempio, la stipula di una polizza rca, confrontando le migliori assicurazioni auto è possibile individuare le proposte più convenienti e in grado di rispondere in modo più adeguato alle nostre esigenze, senza imporre spese eccessive.

Nonostante ciò, non mancano coloro che, pur di non disperdere il proprio denaro, sono disposti a violare la legge e viaggiano su veicoli privi di copertura assicurativa o delle necessarie revisioni, volte ad attestare il buon funzionamento del veicolo.

Tali evasori però potranno farla franca ancora per poco. A cambiare drasticamente la situazione interviene Targa System, nuovo strumento a disposizione dei vigili urbani da poco inaugurato a Ciampino, in grado di individuare, a partire dalla targa, le vetture senza assicurazione, con la revisione scaduta o rubate.

Il suo funzionamento è molto semplice e si basa sull’utilizzo di alcune telecamere che rilevano le targhe delle automobili che transitano nei pressi di una pattuglia, solitamente posta poco più avanti rispetto al veicolo preso in esame. Una volta letta la targa, il Targa System si rivolge ai database del Ministero dell’Interno o della motorizzazione i quali, in un tempo brevissimo (meno di 3 secondi), forniscono agli agenti le informazioni sull’automobile che sta per raggiungerli e se si trova in una condizione di irregolarità, consentendo alla pattuglia di fermare il veicolo.

Nel caso in cui una vettura riesca a sfuggire al controllo, i vigili possono verificarne tutte le informazioni sul proprio computer dove i dati raccolti da Targa System vengono archiviati, perciò, in caso di irregolarità, la multa viene recapitata direttamente a casa dell’interessato.

L’utilità di tale dispositivo è stata comprovata nelle prime due ore di attività alle porte di Roma, nel momento in cui sono state notificate oltre 100 multe su circa 600 veicoli controllati. Tra questi, 36 circolavano con assicurazione scaduta e 48 non avevano effettuato la revisione.

Il potenziale di Targa System è quindi notevole: questo è in grado di immortalare le immagini di auto che viaggiano a una velocità maggiore di 90 km/h e funziona perfettamente anche di notte, con la pioggia e in casi di scarsa visibilità.

Inoltre, accanto alla funzione primaria di controllo su assicurazioni, revisioni e furti, lo strumento è in grado di individuare le vetture inserite nelle black-list o sottoposte a fermo amministrativo.

Per chi solleva dei dubbi in merito alla funzionalità di Targa System e alla sua capacità di equiparare gli autovelox nell’ottica di una raccolta sostanziosa di denato, le previsioni di costo relative alle varie infrazioni non sono certo contenute: si parla di 841 euro di multa per chi circola senza assicurazione, 168 euro in caso di revisione scaduta e 1998 euro per le automobili sottoposte a sequestro che non rispettano il divieto di circolazione.

 

commenti presenti 3 » LEGGI


Articolo di Guide al Risparmio / Commenti