Benevento - Shanghai, 2 - Primi contatti, i cinesi verranno nel Sannio. A contatto con sapori ignoti

22:42:57 4539 stampa questo articolo

Il Quaderno in Cina con Peppe Porcaro, Seconda giornata - Nell’ambito del progetto Visas (il Vino sannita in vetrina a Shanghai) si svolgerà il 17 gennaio il primo degli appuntamenti organizzati per meglio far conoscere prodotto e produttori ai possibili futuri consumatori cinesi. In un noto ristorante italiano di Shanghai, ‘Da Marco‘, avrà luogo un workshop con la presentazione e la degustazione guidata del vini del Sannio condotta da Nicola Matarazzo, presente in Cina in qualità di esperto di vino e consulente della Confagricoltura per il progetto citato.

Il Workshop vedrà la partecipazione di Francesco Varriale (Console aggiunto), Maurizio Forte (Direttore ICE Shanghai), Franco Cutrupia (Presidente Camera di Commercio Italiana in Cina) e Manfredi Pascarella, direttore della Confagricoltura Benevento dalla quale è partita l’iniziativa progettuale che vede coinvolta in questa prima fase un’importante fetta della vitivinicoltura beneventana.
Abbiamo parlato con Pascarella (nella foto), a poche ore dal Workshop, per una prima introduzione all’iniziativa. A suo avviso, questa è un’occasione importante, una carta da giocare fino in fondo e da giocare bene.

Quello cinese è un mercato in via di espansione e di forte apertura ai prodotti di qualità provenienti dall’Occidente, non ultimo nel campo dell’agroalimentare. A una nostra considerazione sulla determinazione che la ditte sannite dimostrano in questa loro prima avventura cinese Pascarella si dice convinto delle reali motivazioni che hanno spinto una parte importante del mondo enologico sannita alla conquista dei mercati d’Oriente. Un passo importante, insomma, quello posto in essere col progetto Visas e i frutti certamente non tarderanno a manifestarsi.

Intanto la delegazione sannita, giunta da poche ore nella città di Shangai, ha potuto prendere i primi contatti con questa bella metropoli dai tratti, in verità, marcatamente occidentali. Prime passeggiate per le vie del centro e la sera a cena con un importatore locale interessato a stringere rapporti commerciali con le nostre aziende.

Si parla già di una visita degli operatori cinesi a Benevento, visita da costruire nei dettagli ma che certo avrà luogo prima dello scadere dell’anno appena iniziato. A cena, in un celebre ristorante cinese dal nome impronunciabile per noi ma la cui traduzione letterale è, fidatevi ho il biglietto da visita, “dintaifungsh”, si è avuto modo di assaporare per la prima volta la vera cucina cinese, dai sapori sconosciuti anche a quanti dalle nostre parti sono avvezzi a frequentare ristoranti che si richiamano alla Grande Muraglia o alle Lanterne rosse.

Si è bevuto, naturalmente, vino del Sannio (Falanghina, Coda di Volpe e Rosato) offerto dalle cantine presenti. Poi tutti a nanna, a preparare la giornata di domani. Che comincerà con la visita a due catene della grande distribuzione per finire poi “da Marco” col workshop e la cucina italiana a farla da padrone.
Peppe Porcaro - 2
Peppe Porcaro, funzionario della Provincia di Benevento e, soprattutto nel caso nostro, quadernista della prima ora, è volato in Cina con una delegazione di esponenti istituzionali e imprenditoriali sanniti. Dall'Oriente aggiornerà i lettori del quaderno.it sull'esito del viaggio.
Notizie correlate - I reportage di Porcaro dalla Cina
Peppe Porcaro funzionario della Provincia racconta l'avventura cinese del vino sannita. Il primo giorno



Articolo di / Commenti