'A tutto campo', il libro che parla del calcio da una prospettiva sociologica

12:46:52 3011 stampa questo articolo
Locandina presentazione A tutto CampoLocandina presentazione A tutto Campo

Sarà presentato oggi 10 Giugno alle 19.00 presso il Caffè dell’Orto di Casa Betania il libro dei sociologi Luca Bifulco e Francesco Pirone dal titolo "A Tutto Campo. Il Calcio da una prospettiva sociologica" di Guida Editore.

Insieme agli autori e dopo saluti di Donato De Marco, presidente Cooperativa Lentamente, interverranno Massimiliano Bencardino, presidente Associazione “Il Sannio che tifa Napoli”, Mario De Tommasi, antropologo “MedEatResearch - Università Suor Orsola Benincasa”, Gennaro Del Piano, musicista e operatore culturale, Carlo Panella, direttore del Vaglio, Michelangelo Fetto, direttore Solot. Arbitro della serata sarà Enzo Colarusso, direttore di redazione di Tstv.

Il libro è un percorso sociologico all’interno del mondo del calcio inteso come gioco, cultura, viatico di sogni e speranze; come uno strumento portentoso di costruzione dell’identità sociale. È un’analisi attenta e ragionata di come quello che molti considerano solo uno sport riesce, invece, ad andare al di là della semplice dimensione sportiva trasformandosi in un fenomeno di grande rilevanza con implicazioni sociali, economiche e politiche. Una trattazione che cerca di rispondere a domande come: Cos’è la passione per il calcio? Chi è il tifoso, con le sue emozioni, la sua identità, i suoi eroi, i suoi rituali, i suoi comportamenti, compresi quelli aggressivi e violenti? Quali interessi ruotano intorno al calcio e allo show business, in un’epoca in cui finanza e capitali si muovono su scala globale? Come funziona oggi l’economia del calcio? Come si intrecciano il calcio e le sue istituzioni – come la FIFA – con la politica e le logiche del potere? Che vuol dire essere un calciatore professionista e articolare la propria biografia sulla base di una carriera così particolare? E lo fa utilizzando gli strumenti propri dell’analisi e della riflessione sociologica senza tralasciare o banalizzare nulla.



Articolo di Letteratura / Commenti