Bonifica Casalduni-Fragneto. Abbate (Pd) invia gli atti alla commissione d'inchiesta sulle ‘ecomafie’

13:53:14 3033 stampa questo articolo
Giulia AbbateGiulia Abbate

Come annunciato nella conferenza stampa del 17 novembre scorso, la consigliera regionale Giulia Abbate, in qualità di presidente della Commissione Trasparenza, ha sottoposto all'assessore Romano un'interrogazione a risposta scritta in merito alle criticità persistenti presso lo Stir di Casalduni e in territorio di Fragneto Monforte. Come si evince dal documento depositato, le questioni aperte e senza risposta sono la bonifica e rimozione delle ecoballe, la manutenzione ed il destino dello Stir, la condizione di dissesto idrogeologico,i sospetti seppellimenti segnalati dalla DDA nel 2002.
Alla luce dei recenti ritrovamenti di fusti tombati a Sant'Agata de' Goti e Morcone, Abbate ha ritenuto utile inviare gli atti all'attenzione della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad essa correlati conosciuta anche come Commissione "Ecomafie" e presieduta da Alessandro Bratti, affinché si possa far luce su un'area martoriata e dimenticata. In conferenza stampa i rappresentanti della Samte confermarono di essere a conoscenza di rilievi effettuati in zona per conto del Ministero dell'Ambiente, ma dei cui esiti non è dato sapere.
"La triste storia degli ultimi vent'anni – ha sottolineato la presidente Abbate - dimostra che il ritorno alla normalità in Campania, in Irpinia e nel Sannio sarà possibile solo se oltre all'azione politica, finora lenta e tentennante, restituiremo ai cittadini il diritto ad essere informati su quanto avviene sul proprio territorio".



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti