Mezzogiorno Italia: il maestro Del Donno si racconta nella trasmissione di Rai 3

10:13:43 2242 stampa questo articolo
Mezzogiorno Italia: il maestro Del Donno si raccontaMezzogiorno Italia: il maestro Del Donno si racconta

Si continua a parlare di Del Donno. La RAI ha dedicato una puntata di Mezzogiorno Italia all'artista sannita.

Appuntamento sabato 5 maggio alle ore 13:00 con Mezzogiorno Italia. La nota trasmissione di Rai 3 dedicherà la prossima puntata ad Antonio Del Donno. Il maestro è fra gli ultimi artisti ancora in vita che ha attraversato le varie correnti artistiche, dal secondo futurismo, alla poesia visiva, alla cultura pop e all'informale in maniera completamente nuova, sempre efficace, senza nessun ricorso a manierismi.

Antonio Del Donno è nato a Benevento il 27 novembre 1927.Esordisce nel campo dell'arte nei primi anni '50 con opere di stampo figurativo in cui chiaramente si intravede l'esigenza di spingere la mano verso un segno sempre più informale; come avvertì molto lucidamente Filiberto Menna negli inchiostri di quegli anni, raffiguranti vicoli, strade o chiostri, si poteva scorgere il gesto informale prioritario nella successiva scelta poetica. Nella metà degli anni '50 la sua pittura ha decisamente preso una svolta verso la gestualità assoluta, senza più nessun richiamo alla figurazione. All'inizio degli anni '60 Del Donno vive, insieme ad altri esponenti della cultura informale italiana, momenti di partecipazione diretta.

Da questo particolare humus culturale Del Donno trae diverse lezioni che lega con un aspetto artistico molto intimo e personale. Si può notare in particolare la lezione oltreoceano della corrente New dada, che Del Donno sviluppa realizzando delle opere in cui il gesto umano preponderante e deciso lascia intravedere un substrato preesistente e di riutilizzo (figure o scritte da ritaglio di giornale). Degli anni '70 sono i Vangeli. Negli anni '80 il substrato prende sempre più spesso il sopravvento fino ad assumere una vera e propria caratteristica di combine-painting. Negli anni '90 mantiene la tecnica della combinazione pittura gestuale con oggetti, ma ora si intravede una forte reazione simbolica, non più ironica e fiduciosa nel progresso e nella società, di totale sfiducia. Del Donno ha partecipato su invito a numerose mostre personali in Italia ed all'estero

Appuntamento quindi da non perdere sabato 5 maggio con Mezzogiorno Italia: il maestro Del Donno si racconta.



Articolo di Persone / Commenti