A Frasso dal 10 al 13 settembre in scena ‘Oleando tra borghi e sapori - terravecchia: l’uomo, la metafora, il mistero’

14:26:34 3605 stampa questo articolo
Veduta di Frasso TelesinoVeduta di Frasso Telesino

Arte e gusto protagonisti a Frasso Telesino. Dal 10 al 13 settembre Frasso si prepara ad accogliere turisti e appassionati dell’arte con una proposta stuzzicante, messa in piedi dal Comune e dall’Associazione culturale Terravecchia. ‘Oleando tra borghi e sapori - Terravecchia: lìuomo, la metafora, il mistero’ è il cartellone che intende riallacciare un filo con la manifestazione ‘Terravecchia’ che alla metà degli anni ‘80 rese celebre Frasso nello scenario artistico nazionale e internazionale. Una manifestazione che si svolse tra il 1983 e il 1987, lasciando come patrimonio più di quaranta opere artistiche che ancora oggi segnano i vicoli dei vecchi quartieri. All’arte pittorica oggi si unisce quella gastronomica, con l’olio extravergine di oliva prodotto dagli uliveti delle colline frassesi che diventa il leit motive della manifestazione che nasce anche per accendere i riflettori sul comparto agricolo. Questo l’obiettivo del percorso enogastronomico che animerà le cantine del borgo di Terravecchia e gli adiacenti spazi di piazza IV Novembre. Lunqo questo percorso si potrà degustare l'olio di oliva extravergine e i vini prodotti dalle aziende frassesi. interessante lo spazio dello Show Cooking, in programma nella giornata di apertura, curato dallo chef locale Angelo D'Amico, tra i più ricercati della provincia. D’Amico, nella vetrina di Eating Arte (L’arte in cucina) porterà in piazza il suo bagaglio di esperienza ai fornelli, frutto delle esperienze maturate alla corte di toque blanche tra le più note della Penisola, come Antonello Colonna e Carlo Cracco. Lo Show Cooking sarà preceduto dal convegno in programma alle 17.30, che focalizzerà l’attenzione sul tema ‘Oleando tra borghi e sapori: le strategie per lo sviluppo rurale’. Tanta gastronomia farà da contorno ai diversi momenti che coinvolgono artisti di fama internazionale come Thomas Lange e Mutsuo Hirano. Ed ancora spazi di street art che andranno in scena lungo le strade del cuore del centro abitato frassese. Gli interventi artistici saranno curati da Davide Sarchioni, che avrà il compito di coordinare gli artisti e stabilire gli interventi. Sarchioni, che attualmente promuove manifestazioni in Italia e Germania, da sempre è interessato a ‘Terravecchia’ e da subito si è appassionato all'evento. Ad arricchire il tutto proposte musicali, tra cui spicca quella dedicata al jazz in memoria di Mike Mosiello, il musicista originario di Frasso che nei primi decenni del secolo scorso in America raggiunse fama internazionale. In programma anche una serata dedicata al reggae e quella finale che vedrà protagonista la musica popolare e contadina, a cura del gruppo Mascarimirì, il cui obiettivo è quello di avvicinare i giovani alla tematica della valorizzazione del territorio.



Articolo di Arti Figurative / Commenti