A Salerno approda l'Ammiraglia della Guardia di Finanza

Visite a Paestum, Amalfi e Positano per 40 giovani “Finzy” amanti di mare, arte e cultura.

Quest’anno la Nave Ammiraglia della flotta della Guardia di FinanzaGiorgio Cini” ha scelto Salerno quale destinazione della sua mini-crociera nel Mediterraneo per i ragazzi del progetto “Giovani 2017 E ... state con la Guardia di Finanza”. L’iniziativa, a carattere formativo e ricreativo, è rivolta a giovani di età compresa tra i 16 e i 17 anni d’età, appassionati del mare e delle arti della navigazione, nonché ai coetanei vincitori del progetto nazionale “Educazione alla legalità economica 2017” attivato nell’ambito del protocollo d’intesa stipulato tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Guardia di Finanza.

Con l’ausilio di esperti Finanzieri del contingente mare del Corpo i 40 giovani hanno la possibilità di coltivare e approfondire le proprie conoscenze marinaresche coniugandole con itinerari formativi di arte e cultura finalizzati ad incrementare i valori civili in termini di peculiare sensibilità per la legalità economica come loro raccomandato da Finzy, il piccolo grifone cartoon della Guardia di Finanza.
Sono previste, oltre alle diuturne esperienze di navigazione, visite ai centri internazionali di cultura e arte di Paestum, Amalfi e Positano, veri e propri tesori della Campania e della provincia di Salerno.

La Nave Scuola che si slancia per 54 metri, varata nel 1970 e oggetto di donazione da parte della Fondazione “Cini” di Venezia al Corpo, è entrata in servizio nel 1984 con la benedizione dell’allora Patriarca di Venezia, Albino Luciani, divenuto poi Papa “Giovanni Paolo I”.
L’unità navale, unica a conservare l’originario colore bianco rispetto al grigio d’ordinanza del Servizio Navale della Fiamme Gialle, rappresenta la “palestra naturale” per i giovani e i Finanzieri della nuova generazione, grazie a una moderna aula polifunzionale didattico- informatica per conferenze in grado di ospitare 60 persone delle oltre 100 imbarcate tra allievi, istruttori ed equipaggio.

I giovani e i loro istruttori lasceranno Salerno venerdì per fare ritorno alla Scuola Nautica di Gaeta della Guardia di Finanza, concludendo la loro emozionante esperienza formativa a bordo della Nave Scuola e in Campania.


16:41:48 5257 stampa questo articolo


  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere
  • 8 marzo. Intervista a Maria Rosaria Renzi, figlia dell'inventore della torta Mimosa