Abusi e rapina ai danni di una donna brasiliana. Condanna definitiva per un 34enne beneventano

13:41:19 5285 stampa questo articolo
La Questura di BeneventoLa Questura di Benevento

Il personale della Polizia di Stato della Questura di Benevento, ha arrestato, su ordine di carcerazione emesso a seguito di sentenza di condanna definitiva, un beneventano di 34anni , che dovrà espiare anni 4 e 4 mesi di reclusione. I fatti risalgono al maggio del 2012, quando gli uomini della Squadra Mobile di Benevento, diretti dal vice questore aggiunto Giovanna Salierno, arrestarono tre beneventani, ritenuti autori di violenza carnale di gruppo e rapina aggravata ai danni di una donna di nazionalità brasiliana.
L'intervento avvenne dopo una segnalazione alla sala operativa della questura di Caserta da parte della sorella della presunta vittima, residente a Benevento, in via Arechi, che aveva riferito di essere stata derubata e sequestrata. La donna, che secondo gli accertamenti della questura sannita svolgerebbe attività di prostituzione, era giunta a Benevento da pochi giorni, proveniente da Foggia, invitata da un’amica. Poco dopo il suo arrivo in città, la giovane ha denunciato di essere stata violentata e derubata da tre individui, frequentatori abituali della casa in cui lei stessa era ospitata. I tre, secondo l'accusa, si erano recati dalle due donne e dopo averle minacciate con un coltello le avrebbero derubate Dopo aver allontanato l'amica, i tre beneventani avrebbero costretto la giovane brasiliana a rapporti sessuali, fino alla mattina seguente, quando la ragazza ha raccontato l'accaduto alla sorella. Immediate sono partite le indagini. I tre sono stati rintracciati e condotti in Questura, a Benevento, e, dopo gli accertamenti di rito, arrestati per violenza carnale di gruppo e rapina aggravata. Nell'occasione fu denunciato a piede libero anche il proprietario dell'appartamento per agevolazione della prostituzione.



Articolo di Cronaca Giudiziaria / Commenti