Airola. Roghi selvaggi e riscaldamento delle scuole. Nota di Forza Italia Giovani

9:33:14 6334 stampa questo articolo
Airola (foto di archivio)Airola (foto di archivio)

Il coordinamento di Forza Italia Giovani di Airola, attraverso i vicari Umberto Falco e Jessica Falzarano, ha inviato una nota per parlare di vari problemi che affliggono il comune caudino. In merito alla discussione apparsa sulla pagina Facebook "I love Airola" sulla questione dei roghi selvaggi, disapprovano rigorasamente questo comportamento incivile. Soprattutto nei casi nei quali vengono incendiate sostanze particolarmente nocive per la salute, come sostanze plastiche ecc.. Questi possono provocare danni alla salute non solo agli adulti, ma soprattutto agli anziani nonché ai più giovani che non hanno ancora difese idonee. Suggeriamo all'amministrazione comunale e a chi di competenza di occuparsi della questione, con la massima urgenza, utilizzando i mezzi che ha a disposizione come la Protezione Civile, e il Corpo Forestale dello Stato; e invitiamo la cittadinanza tutta a denunciare alle autorità competenti questi atti di inciviltà. Abbiamo ascoltato numerose lamentele da parte di alcuni genitori, che denunciano il continuo spostamento dei loro bambini dopo il mancato riscaldamento all'interno del plesso scolastico, che non fa altro che dimostrare la mancata organizzazione dell'amministrazione nel gestire i lavori di messa in sicurezza del plesso scolastico. Pensiamo che prima di iniziare i lavori di ordinaria amministrazione si poteva risolvere prima il problema del riscaldamento. Oppure iniziare i lavori in periodi più consoni, come quello primaverile. I continui spostamenti non hanno provocato solo problemi ai bambini, ma anche agli stessi genitori che adesso si ritrovano a doversi riorganizzare per prelevare i propri figli nelle varie sedi di appartenenza. Suggeriamo all’amministrazione di collaborare con le scuole di primo e secondo grado inferiore, per modificare l’orario d’uscita dei bambini in modo tale da garantire la presenza di un genitore, in modo che gli stessi siano più sicuri. Nonostante le battaglie intraprese da vari gruppi politici, nei mesi scorsi a proposito dei rimborsi dei canoni di depurazione, il Comune nel corrente mese ha inviato alla maggior parte della comunità dei bollettini di pagamento per il canone di depurazione dell'anno 2009. Una soluzione che proponiamo all'amministrazione per non gravare sulla già difficile situazione economica dei cittadini, tartassati da imposte e tasse varie abbastanza alte nel nostro comune, si propone all’amministrazione di interrompere l'invio dei bollettini che in alcuni casi provocano una perdita economica al comune, come il caso eclatante del canone di “1 euro”, quando i costi di cancelleria sono quasi il doppio. Pagando gli stessi con i rimborsi che spetterebero ai cittadini. Una situazione forfettaria in modo tale da non gravare alla già difficile realtà di Airola. Aspettiamo notizie in merito ai tre punti citati, da parte dell'amministrazione comunale, organizzando anche eventualmente un incontro.





Articolo di Valle Caudina / Commenti