Al Museo Arcos la mostra "Km 0 Bologna - Londra incontra Benevento"

18:46:34 3843 stampa questo articolo
Londra foto V.AmatiLondra foto V.Amati

Il 20 gennaio si inaugura al Museo d’Arte Contemporanea Arcos di Benevento la mostra delle fotografe Anna Rosati e Vittoria Amati.

Km 0 Bologna/Londra è un progetto sviluppato dalle fotografe Anna Rosati e Vittoria Amati secondo linee direttrici estremamente pragmatiche: raccogliere scatti fotografici attraverso la fotocamera del loro smartphones per raccontare i due rispettivi quartieri: Porto a Bologna per la Rosati e Battersea a Londra per la Amati, entrambi storicamente legati da vie d’acqua, che riportano l’aspetto del mutamento umano e culturale, serbando dettagli di storia e frutti di un cosmopolitismo sociale ed intellettuale che si apposta fuori la porta di casa, così come accade anche sulle sponde dei fiumi che attraversano Benevento, seppur in maniera differente.

Km 0 Bologna/Londra, nel suo peregrinare continuo intorno all’universo, il 20 gennaio incontra Benevento, città natale della curatrice del progetto Azzurra Immediato che, in questa occasione, oltre al lavoro critico, si è prestata alla fotografia e con il suo smartphoneha ritratto il Km 0 della sua città, offrendo anche un terzo punto di vista, basato sull’ossimoro ottico/visivo. L’emozionante raccolta di immagini fotografiche è stata scelta come mostra d’apertura del calendario 2017di Arcos - Museo d'Arte Contemporanea Sannio di Benevento, sotto la direzione artistica di Ferdinando Creta.

“L'idea nasce dalla volontà di indagare il proprio Km 0,ovvero il proprio quartiere - parla per tutte e tre la giovane curatrice Azzurra Immediato - abbiamo camminato ogni giorno guardando le solite strade, le piazze più familiari, gli stessi personaggi, con occhi nuovi,scoprendo così frammenti di vita inaspettati. La nostra non è una visione turistica, non si tratta di street art, ma è uno sguardo pragmatico, concettuale, antropologico e naturalmente anche emozionale”.

E i tre quartieri protagonisti di questo allestimento cosa hanno in comune? Dov’è il filo che collega Bologna, Londra e Benevento, anzi tre quartieri Porto, Battersea e il cuore di Benevento?

“Bologna è una delle città più vive e culturali di Italia, Londra metropoli internazionale e famosa in tutto il mondo entrambe incontrano Benevento, centro ricchissimo di storia fin dai tempi del culto di Iside. Tutte e tre le città hanno in comune la presenza dell’acqua:il Porto Navile a Bologna, Batterseaaffacciato sulle rive del Tamigi, Benevento attraversata da due fiumi, Calore e Sabato. Passo dopo passo si scopre che tutti e tre i quartieri sono un mosaico d’immagini, di magia, soprattutto se osservati con occhio artistico, discreto e affascinato: un lampione, una pompa di benzina, gli occhi stupiti di una bimba, un viaggiatore che si riposa al parco, un antico portale al tramonto”.

Saranno esposte in mostra anche alcune cartoline postali che, una volta spedite, trasformeranno il progetto in un viaggio continuo verso nuove mete.  Come scriveva Marcel Proust tra le pagine del suo capolavoro 'À la recherche du temps perdu'  «L’unico vero viaggio, l’unico bagno di giovinezza, sarebbe non andare verso nuovi paesaggi, ma avere altri occhi, vedere l’universo con gli occhi di un altro, di cento altri, vedere i cento universi che ciascuno vede, che ciascuno è»

La mostra “Km 0 Bologna/Londra incontra Benevento” sarà a Benevento fino al 12 marzo 2017 proseguendo in seguito il proprio viaggio attraverso altre città.



Articolo di Mostre / Commenti