Alla riunione dell'estrema destra europea a Praga presente anche delegazione della Lega Nord

Vertice a Praga dei leader dell'estrema destra europea alla ricerca di un nuovo modello di cooperazione in funzione anti-immigrazione. Tra i partecipanti la francese Marine Le Pen e l’olandese Geert Wilders.

A fare gli onori di casa il ceco-giapponese Tomio Okamura, che alle elezioni dello scorso ottobre ha raccolto uno storico 10,6 per cento. "Dovremmo ricordarvi che nessuno di noi è xenofobo. Siamo nell'opposizione all'Unione Europea perché crediamo che sia un'organizzazione catastroficamente disastrosa. L'immigrazione sta diventando insopportabile, le nostre culture vengono distrutte. Ci piace la diversità. Mi piace che gli olandesi siano olandesi, mi piace che i cechi siano cechi, mi piace che i francesi siano francesi, mi piace che gli italiani siano italiani".

Presente a Praga anche una delegazione della Lega Nord. Nel suo intervento Wilders ha fatto riferimento anche alla politica degli Usa in termini di migrazioni: "Dobbiamo avere il coraggio di introdurre un travel ban come ha fatto il presidente Trump negli Stati Uniti. Dobbiamo avere il coraggio di rispedire indietro ogni barcone di mmmigrati illegali, come sta facendo l'Australia da molto tempo. Dobbiamo avere il coraggio di limitare l'immigrazione illegale invece di aumentarla.anche se questo spesso vuol dire costruire muri, come hanno fatto i coraggiosi ungheresi. A loro va il mio plauso. dobbiamo avere il coraggio di rimpatriare gli immigrati irregolari".

Gli oppositori hanno organizzato una protesta al di fuori della sede dell’incontro, il Top Hotel di Chodov, a poche miglia di distanza da Praga. Nei giorni scorsi la polizia ceca, su richiesta di quella olandese, ha dovuto mettere a disposizione una scorta a Geert Wilders, che in passato ha ricevuto minacce di morte per le sue feroci dichiarazioni contro l’Islam


18:20:59 2951 stampa questo articolo


  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere
  • 8 marzo. Intervista a Maria Rosaria Renzi, figlia dell'inventore della torta Mimosa