Benevento, applausi per le musiche di Morricone: il Premio Oscar sorprende il pubblico

16:52:58 3130 stampa questo articolo

Nostro servizio - “Ennio Morricone incontra l’Unicef”. L’atteso concerto del Premio Oscar ha concluso ieri sera il SanniOpera Festival 2008, stagione musicale dell’associazione “Eufoniarché” di Benevento. Qualche minuto di attesa ha preceduto l’inizio della serata musicale. Il silenzio nel teatro comunale è calato quando Morricone è salito sul palco per salutare il pubblico. Ha subito spiegato ai presenti cosa li attendeva utilizzando una semplice frase: “Questa sera Morricone non è del cinema! Voglio regalarvi una musica non condizionata o distratta dalle immagini. I brani hanno solo l’idea”.

Insomma tutta musica assoluta composta dal Premio Oscar in diverse fasi della sua vita e che, in parte, ha fatto trasparire un velo di delusione sui volti del pubblico presente. Ragazzi, giovani, adulti, anziani, appassionati di musica e non, quasi tutti accorsi in teatro sperando di ascoltare i classici brani da film che hanno segnato Morricone nella storia italiana e internazionale, e che poi si sono ritrovati a prestare ugualmente la loro attenzione alle musiche inedite in programma. “Musica Assoluta”, ossia brani composti non per il cinema, né per la radio, né per il teatro ma nati perché voluti spontaneamente.

Ad aprire il concerto è stato “Frammenti di giochi”, duo per arpa e violoncello, rispettivamente suonati da Nicoletta Sanzin e Kyung Kyung Mi Lee. In questo brano il compositore ha voluto che i ruoli degli strumenti si invertissero e nello specifico che l’arpa non arpeggiasse e che il violoncello pizzicasse così da regalare un effetto percussionistico. “2 TT X 4” ha visto sul palco Ida Febbraio al flauto, Paolo Marchettini al clarinetto in Sib, Angelo Cicillini al violino e Sergio Fanelli alla viola, diretti da Francesco Lanzillotta. Musiche per duo che partono da sole e che pian piano, durante l’esecuzione del brano, si intersecano in perfetta sincronia creando un effetto da quartetto.

Antonello Maio ha presentato, invece, “Rag in frantumi” per pianoforte solo, composto da Morricone sulla storia fantastica di un pianista che ha trascorso la sua vita a suonare in un club notturno. A dirigere il quarto brano del concerto è stato Gabriele Bonolis, direttore artistico di “Eufoniarché” e docente della classe di Musica da Camera presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento. Si è trattato di un trio di archi formato da violino, viola e violoncello, uniti dalla velocità e dalla dinamicità da cui è scaturito il nome della composizione: “Vivo”. L’assolo per violino “Elegia per Egisto” è un brano composto in ricordo di un amico compositore scomparso.

Con questo pezzo il maestro ha provato a raccontarne il carattere. L’ensemble per “Geometrie ricercate” ha visto protagonisti un flauto, un clarinetto, un fagotto, suonato da Luciano Corona – presidente dell’associazione musicale – percussioni con Domenico Monda, una viola, un violoncello e un contrabbasso con Giuseppe Ciullo. La direzione del pezzo anche questa volta è stata curata da Francesco Lanzillotta. Il settimo e ultimo brano presentato è stato “Per i bambini morti di mafia”. Una composizione in cui non c’è stata melodia ma timbri, ritmo, scatti, tagli della forma che hanno rimandato a situazioni astratte.

Insomma una “scultura di suoni” composta da 6 strumenti (flauto, clarinetto, percussione, viola, violino e violoncello) accompagnata dal soprano Daniela Del Monaco, dal baritono Davide Rocca e dalle voci recitanti degli attori Jonis Bascir e Tiziana Foschi. A dirigere è stato Gabriele Bonolis. L’incontro con il compositore è terminato con momenti di forte emozione per lo stesso che, nel ricordare le tante giovani vittime della mafia è stato grato all’Unicef per l’opportunità di esprimersi che gli è stata data. E’ stata Carmen Maffeo, presidente Unicef – sezione di Benevento, a ricambiare i ringraziamenti a Morricone per aver “recuperato con la musica quel vincolo cosmico che unisce l’uomo al mondo”. L’iniziativa “Ennio Morricone incontra l’Unicef” è stata inserita nella manifestazione “Natale Azzurro 2008” che oggi si conclude.
Rosaria De Bellis



Articolo di / Commenti