Amministrative. Avviso Pubblico lancia un appello contro mafia e corruzione: con loro Libera Benevento, Anpi, Acli e Cives

11:14:16 701 stampa questo articolo
Appello di Avviso PubblicoAppello di Avviso Pubblico

Libera Benevento, Anpi, Acli e Cives promuovono l'appello di Avviso Pubblico rivolto ai candidati alle elezioni amministrative.

La giornata di ieri è stata il momento della memoria di Raffaele Delcogliano e Aldo Iermano, uccisi a Napoli nel 1982, e di Tiziano Della Ratta, ucciso nello stesso giorno del 2013 a Maddaloni. Le storia di Raffaele, di Aldo e di Tiziano sono intrecciate con il senso della loro scomparsa: cercare la verità, praticare la giustizia, non arrendersi di fronte al senso del dovere.

In questo senso il Coordinamento di Libera a Benevento, in collaborazione con ANPI Benevento, le ACLI provinciali di Benevento e Cives - Laboratorio di Formazione al Bene Comune, intende promuovere anche nel Sannio l'appello “La buona politica e la buona amministrazione per prevenire e contrastare mafie e corruzione” rivolto ai candidati e alle candidate alle elezioni amministrative 2019, reso pubblico in tutta Italia dall'associazione Avviso Pubblico, la rete di enti locali che concretamente si impegnano per promuovere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile.

L'appello intende far maturare la consapevolezza che chi si candida a ricoprire un incarico pubblico è chiamato ad affrontare un compito non facile né privo di rischi, perché oggi più che mai serve un cambiamento radicale, di cui la politica, a partire dal livello locale, deve essere la principale protagonista, mettendo in atto comportamenti credibili e responsabili.

Chi sottoscrive l'appello di Avviso Pubblico può inviare alla pagina Facebook di Libera Benevento o direttamente a quella di Avviso Pubblico una propria foto mentre lo firma, impegnandosi così ad inserire nel proprio programma elettorale una serie di gesti concreti legati al riconoscimento della promozione della partecipazione civica ed al perseguimento del bene comune come principi cardine di una politica non autoreferenziale né subalterna ad interessi particolari, di qualsiasi natura essi siano.

“Ci auguriamo – sottolinea Libera - che questo appello venga accolto, sottoscritto e nel contempo non sia solo occasione di propaganda ma possa diventare una reale opportunità per tutti coloro che si candidano ad amministrare il bene comune, per promuovere segni concreti di giustizia e di amore per il proprio territorio lungo il solco tracciato da quanti con il loro sacrificio hanno lottato per una comunità più sana, più attenta e più accogliente”. 



Articolo di Associazionismo / Commenti