ASL Benevento, online il registro tumori

12:24:46 797 stampa questo articolo
Asl BeneventoAsl Benevento

E' consultabile accedendo al sito istituzionale dell'Azienda. Picker: Strumento indispensabile per la ricerca sulle cause del cancro.

E’ online il registro tumori della Asl di Benevento. Sul sito istituzionale dell’Azienda Sanitaria, all’indirizzo www.aslbenevento1.it, è stato posizionato a destra un banner grazie al quale sarà possibile conoscere e monitorare i dati dell’ultimo quadriennio relativi all’incidenza del cancro in provincia e alle tipologie maggiormente diffuse. Uno strumento di trasparenza che testimonia il lavoro svolto dal Servizio di Epidemiologia e Prevenzione che dal 2010 al 2013 per ogni distretto ha catalogato il tipo di neoplasia diagnosticata, il luogo di residenza, l’età e il sesso del paziente, le condizioni cliniche, i trattamenti che ha ricevuto e l’evoluzione della malattia.

“Si tratta di un complesso ed indispensabile strumento di sorveglianza sanitaria per la raccolta dei dati, certificati ed informatizzati, relativi ai malati di cancro residenti nella provincia di Benevento – ha dichiarato il direttore generale, Franklin Picker -. Tali informazioni sono essenziali per la ricerca sulle cause del cancro, per la valutazione dei trattamenti più efficaci, per la progettazione di interventi di prevenzione e per la programmazione della spesa sanitaria”.
“Il registro tumori dell’Asl di Benevento – ha aggiunto Annarita Citarella, direttore registro tumori - risponde agli standard di qualità. I suoi dati sono confrontabili con i dati degli altri registri; completi perché comprendono tutti i casi di tumori diagnosticati nell’area di studio; accurati poiché le informazioni raccolte devono essere vere e corrette. L’attività di sistematizzazione dei dati richiede tempi fisiologicamente lunghi, anche in considerazione delle molteplici fonti di acquisizione degli stessi, pertanto, attualmente la pubblicazione riguarda il quadriennio 2010-13 ma è imminente l’aggiornamento relativo agli anni successivi. Sento il dovere di ringraziare i miei collaboratori per la passione e la costanza che infondono nel lavoro, nonché tutti gli attori coinvolti nel processo di raccolta dei dati: il Ced dell’Asl, i medici di medicina generale, le strutture di ricovero e il personale dei Comuni della provincia, in particolare degli Uffici Anagrafe”.



Articolo di Sanità / Commenti