Migranti, minorenni e soli. Migliaia di minori non accompagnati abbandonati in Spagna

Momo è uno dei 13mila minori non accompagnati registrati in Spagna . A 17 anni ha lasciato il Ghana con suo fratello, ma si è ben presto ritrovato da solo ad affrontare il viaggio più pericoloso della sua vita.

"E' stato orribile. Non avevo idea che sarei arrivato in un posto come la Libia" dichiara il giovane. Dal Niger dopo due giorni di cammino nel deserto è arrivato nel paese devastato dalla guerra dove il traffico di essere umani è diventato il business più ricco. E dove la vita vale solo 200 euro. "Siamo stati venduti. Tutti. Siamo stati venduti per 1700 dinari libici" continua. Momo non vede l'ora di studiare e lavorare ma dopo due mesi in un centro di accoglienza è sconfortato: "E' come se ci avessero chiusi dentro una gabbia. Sembra che nessuno si preoccupi di noi, se siamo vivi o morti. Ora non stiamo vivendo, stiamo sopravvivendo".

Migliaia di minori non accompagnati sono ora abbandonati in Spagna. Il sistema di protezione dell'infanzia è al limite delle sue possibilità. Il centro temporaneo di accoglienza di Hortaleza è uno dei pochi di Madrid. Qui i minori non accompagnati possono restare fino a che non trovano una famiglia affidataria o una comunità, ma mentre aspettano l'opportunità per lavorare o studiare, alcuni si perdono per strada, cercando di sopravvivere, e questo causa molta tensione tra gli abitanti che non li vogliono nel proprio quartiere "Ogni giorni gli anziani e non solo vengono derubati di cellulari, borse, gioielli. Ci sono piccoli furti tutti i giorni. E la notte iniziano gli schiamazzi" dice una signora.

"Questo sta portando a un conflitto tra gli stessi abitanti, che si dividono in anti-immigrati e pro-immigrati. un conflitto impossibile da risolvere" dice un altro. Julian Moreno per otto mesi ha cercato di far integrare i ragazzi nel quartiere. "La maggior parte di loro sono buoni - assicura - Poi ci sono quelli disonesti e bisogna far qualcosa con quelli. La maggior parte dei ragazzi del centro però sono buoni. Le persone dovrebbero venire qui e conoscerli". "La maggior parte di loro vengono qui con l'intenzione di lavorare, vogliono mandare i soldi alle loro famiglie. Ma non si riesce a gestire il flusso di minorenni che arriva" dice Carlos Chana della Croce Rossa. Il numero deglli arrivi dei minori non accompagnati in Spagna è aumentato del 160 percento in un anno. E l'estate, che è il periodo di maggior arrivi, non è ancora finita.

Servizio di Jaime Rodriguez, traduzione di Eloisa Covelli


9:6:12 11900 stampa questo articolo


  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere
  • 8 marzo. Intervista a Maria Rosaria Renzi, figlia dell'inventore della torta Mimosa