Migranti: Ungheria, Repubblica Ceca e Polonia davanti alla Corte di giustizia europea

Oggi Polonia, Repubblica Ceca ed Ungheria compariranno davanti alla Corte di Giustizia europea. L'Unione europea accusa i tre membri del gruppo di Visegrad di avere infranto la legge rifiutando di accettare la propria quota di migranti. Rifiuto che ha spinto la Commissione europea a chiedere una multa per i tre paesi. Al picco della crisi migratoria, nel 2015, più di un milione di persone aveva presentato richiesta di asilo politico in Europa. Bruxelles aveva risposto approvando un piano per la ripartizione dei migranti tra i 28 stati basato sulle quote . Un sistema su cui l'Europa si era subito divisa . Il premier ungherese Viktor Orban era stato tra i primi a criticare il piano dell'Unione europea, accusando senza mezzi termini Bruxelles di ricattare gli stati membri. "Finché sarò il primo ministro dell'Ungheria la recinzione lungo il confine meridionale del paese resterà in piedi - aveva detto Orban -. Finché Fidesz e i cristiano-democratici governeranno l'Ungheria, non cedereremo ai "ricatti" di Bruxelles e rifiuteremo di accettare le quote obbligatorie di migranti". Ad Orban si erano presto accodati i governi di Polonia e Repubblica Ceca, anche loro contrari al sistema delle quote. Il no al piano di Bruxelles è all'origine dell'azione legale della Commissione europea, che nel 2017 ha avviato una procedura di infrazione contro i tre paesi. Stando all'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati la maggior parte dei migranti arrivati tra il 2015 e il 2016 proveniva dal Medio Oriente. Di questi quasi la metà arrivava dalla Siria, paese devastato dalla guerra civile cominciata nel 2011.


15:51:39 1659 stampa questo articolo


  • Le previsioni meteo di venerdì 16 agosto
  • Le previsioni meteo di ferragosto
  • Crisi di Governo. Salvini: dal caos alle elezioni per aggiudicarsi l'Italia, ma dal Sud monta la contestazione
  • Crisi di Governo. Il rebus: esecutivo balneare o elezioni anticipate?
  • Meteo. Le previsioni del tempo di lunedì 12 agosto
  • Bari ricorda la Vlora: 28 anni fa lo sbarco di 18mila albanesi: "Oggi non sarebbero stati accolti" VIDEO
  • Le previsioni meteo di domenica 11 agosto 2019 VIDEO
  • La Lega ufficializza la crisi: presentata in Senato mozione di sfiducia a Conte
  • Crisi di Governo. Il presidente del Consiglio a Salvini: "Non spetta a te decidere i tempi della crisi"
  • Governo nel caos, lo strappo della Lega: "Unica alternativa è il voto"
  • Crisi di governo: Conte e Di Maio accusano Salvini
  • Matteo Salvini da Pescara: "C'eravamo tanto amati"
  • Le previsioni meteo di venerdì 9 agosto 2019
  • Crisi di Governo: scontro sulla tav e minacce di divorzio
  • Vicenda Tav. Respinta la mozione del Movimento 5 Stelle: crepa "ferroviaria" tra i gialloverdi
  • Decreto sicurezza bis: per il costituzionalista Azzariti viola due articoli della Costituzione
  • Le previsioni meteo di mercoledì 7 agosto
  • Anniversari. Hiroshima 74 anni dopo la bomba nucleare
  • Meteo. Le previsioni del 6 agosto
  • A Malta i migranti della Alan Kurdi. Da Valencia disponibilità per Open Arms
  • Sfide. L'impresa dell'uomo volante Franky Zapata: ha attraversato la Manica
  • Mediterraneo. Le rotte delle navi ONG respinte dall'Italia e cariche di migranti
  • Migranti, minorenni e soli. Migliaia di minori non accompagnati abbandonati in Spagna
  • Migranti, Open Arms: "Salvate altre 68 persone con evidenti segni di tortura"