Auto usate e auto ecologiche: normative, servizi e tendenze

11:2:47 6857 stampa questo articolo
Auto usateAuto usate

L'età media delle automobili che circolano in Campania è di 12 anni e 9 mesi. Un parco auto piuttosto datato, che vede al primo posto nella classifica di anzianità la provincia di Napoli (con auto che hanno in media 13 anni e 4 mesi), seguita dalla provincia di Salerno (con auto che hanno in media 12 anni e 5 mesi), dalla provincia di Caserta (con auto che hanno in media 12 anni e 2 mesi) e dalle province di Avellino e Benevento (con auto che hanno in media 11 anni e 11 mesi).

I numeri, elaborati dal Centro Studi Continental, descrivono come in regione l'aspetto ecologico sia ancora poco considerato dagli automobilisti: le vetture più vecchie, infatti, non sono progettate per ridurre le emissioni inquinanti, e a risentirne è l'ambiente.

Chi fosse intenzionato a cambiare la propria auto e ad acquistarne una ecologica, guadagnando dalla vendita del veicolo vecchio, può rivolgersi a un servizio di valutazione auto usate, grazie al quale può scoprire quanto denaro ricaverebbe dalla cessione e, quindi, quanto guadagnerebbe. Certo è che il guadagno non rimarrebbe un episodio isolato, ma si protrarrebbe nel tempo: cambiando la propria macchina vecchia e inquinante con una più nuova e meno contaminante (elettrica, ibrida o comunque ecologica), infatti, si ridurrebbero in maniera significativa le spese per il carburante.

Ovviamente, sono molte le possibilità di acquisto di auto ecologiche: e se per quelle elettriche il mercato si dimostra ancora poco propenso a fornire opzioni diverse, si può sempre puntare su modelli a metano o a GPL, ma anche su auto ibride, usufruendo anche delle agevolazioni che, a livello statale o regionale, vengono concesse sul piano economico, sia che si tratti di incentivi, sia che si tratti di esenzioni sul bollo dell'auto.

Per esempio, in tutta Italia tutte le auto elettriche sono esentate dal pagamento del bollo per i primi cinque anni dall'immatricolazione, mentre negli anni successivi richiedono il pagamento solo del 25% (ma ciò non vale per i ciclomotori e per i ciclomotori elettrici, che dopo il primo quinquennio tornano a pagare il bollo completo). In Campania (così come in Puglia, nel Lazio, nel Veneto e in Lombardia), inoltre, sono esentate dal pagamento del bollo anche tutte le auto ibride.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti