Benevento. Albanese inseguito ed arrestato da Polizia e Carabinieri subito dopo un furto

11:16:32 3735 stampa questo articolo
Polizia e CarabinieriPolizia e Carabinieri

Aveva appena messo a segno un colpo in un altro appartamento nei pressi di Via Avellino a Benevento, insieme ad un complice datosi alla fuga, l’uomo arrestato ieri sera da personale della Squadra Volanti, della Squadra Mobile e dei Carabinieri.

Il giovane, un 45enne di nazionalità albanese, unitamente ad un connazionale datosi alla fuga, nella serata di ieri a bordo di una Jeep Renegade risultata rubata aveva appena perpetrato un furto in una abitazione nei pressi di via Avellino a Benevento prelevando diversi preziosi e monili in oro.

Segnalata l’auto dalle sale operative di Carabinieri e Polizia, quest’ultima è stata dapprima intercettata da una gazzella dei Carabinieri nei pressi di Contrada San Vito, ove alla vista degli operatori, con una manovra repentina è riuscita ad evitare l’alt dandosi ad una fuga  precipitosa in direzione Benevento centro.

Poco dopo l’auto è stata intercettata da un equipaggio della Squadra Volante in servizio di controllo del territorio nei pressi della Galleria Avellola che si poneva immediatamente all’inseguimento dei fuggitivi, riuscendo a far arrestare la marcia del veicolo nei pressi dello svincolo per San Giorgio del Sannio grazie anche all’ausilio di un ulteriore pattuglia dei Carabinieri e di un equipaggio della Squadra Mobile. Uno dei due occupanti dell’auto riusciva a darsi a precipitosa fuga facendo perdere le sue tracce mentre il secondo è stato con non poche difficoltà prontamente bloccato dagli operatori che nell’occasione venivano colpiti da diversi calci e pugni sferrati dal malvivente.

All’interno dell’auto, risultata rubata, a bordo della quale viaggiavano i due albanesi sono stati rinvenuti strumenti atti allo scasso e numerosi preziosi tra cui diversi orologi di marca e monili in oro provento di furto. L’uomo è stato quindi condotto in Questura per ulteriori accertamenti e per le formalità di rito. Nello stesso frangente la vittima del furto in abitazione, in Questura, ha sporto denuncia ed ha riconosciuto la refurtiva trovata come propria. L'albanese è stato così tratto in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni gravi e ricettazione.

Dopo le formalità di rito, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Benevento a disposizione dell’autorità giudiziaria competente mentre i preziosi provento di furto sono stati restituiti al legittimo proprietario.



Articolo di Cronaca / Commenti